Gli Uffizi ricordano Carlo Del Bravo


Le Gallerie degli Uffizi ricordano Carlo Del Bravo, lo storico dell’arte che è venuto a mancare sabato scorso.

Nella giornata di sabato è venuto a mancare, dopo una lunga malattia, lo storico dell’arte Carlo Del Bravo. Aveva 82 anni, er nato a San Casciano Val di Pesa ed aveva a lungo insegnato storia dell’arte moderna all’Università di Firenze, ateneo presso il quale aveva studiato come allievo di Roberto Longhi e laureandosi nel 1959 con una tesi su Liberale da Verona.

Tra i primi a ricordare la sua figura figura la Galleria degli Uffizi, che ha voluto esprimere con un comunicato il proprio pensiero al riguardo: "una notizia assai triste per coloro che lo conoscevano e per il mondo della cultura. La sua vita, la sua intera carriera sono state infatti dedicate ai valori della bellezza e dell’etica del pensiero. La sua fama all’estero - dove ha ricevuto riconoscimenti prestigiosi – e la sua figura di studioso internazionale erano tuttavia profondamente radicati a Firenze, dove era Emerito dell’Università degli Studi. Quella stessa università dove per decenni aveva insegnato, con la qualità scientifica altissima e il carisma personale che tutti ricordano, uniti a un impegno totale nel trasmettere a generazioni di allievi la passione per la ricerca e per un modo nuovo e rigoroso di vivere l’arte e di guardare le opere. Si può davvero parlare di una “scuola di Del Bravo”, come un marchio di stile, eletto e unico, nel lavoro e nello studio. Specialista della scultura rinascimentale e del Cinquecento, ha svolto studi pionieristici anche sull’arte dell’Ottocento e del Novecento. Membro della Commissione per la valutazione e le nuove acquisizioni della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti a Firenze, all’interno della quale ha negli anni rappresentato un modello culturale all’avanguardia per scelte e indirizzo metodologico, Carlo Del Bravo ha caldeggiato nei decenni acquisti di importanza fondamentale – e si ricordano qui i disegni di Pietro Benvenuti, il Paesaggio a Grizzana di Giorgio Morandi, o la squisita stele marmorea di Lorenzo Bartolini".

Il direttore Eike Schmidt, assieme a Simonella Condemi, Carlo Sisi ed Ettore Spalletti, suoi allievi nonché già direttori della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, esprimono il loro cordoglio: “Carlo Del Bravo è una figura che si staglia nel panorama intellettuale italiano per acutezza, misura e per l’esempio di integrità che ha offerto a tutti noi. A poche ore dalla sua scomparsa non possiamo fare altro che ringraziare questo grande Maestro per l’eredità che ci ha consegnato, fatta di scritti, di idee, e di un rigore scientifico che non è mai venuto meno”.

Immagine: Giovanni Colacicchi, Ritratto di Carlo Del Bravo, dettaglio (1982; olio su tela, 81,7 x 69,1 cm; Collezione privata)

Gli Uffizi ricordano Carlo Del Bravo
Gli Uffizi ricordano Carlo Del Bravo


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Imbrattata con una bomboletta spray Big Clay di Urs Fischer
Imbrattata con una bomboletta spray Big Clay di Urs Fischer
Un privato si aggiudica per 8 milioni di euro il ritratto attribuito a Velázquez
Un privato si aggiudica per 8 milioni di euro il ritratto attribuito a Velázquez
Scoperta una domus vintage nel Parco Archeologico di Pompei
Scoperta una domus vintage nel Parco Archeologico di Pompei
Turista tedesca incide sul Colosseo il suo nickname: denunciata
Turista tedesca incide sul Colosseo il suo nickname: denunciata
A Genova si interviene sull'estetica di un monumento per evitare che le persone si siedano sui gradini
A Genova si interviene sull'estetica di un monumento per evitare che le persone si siedano sui gradini
Il Whitney Museum si arricchisce di nuove testimonianze di Hopper
Il Whitney Museum si arricchisce di nuove testimonianze di Hopper