Fontana di Trevi rossa: dopo dieci anni Cecchini ripete il gesto


Dopo dieci anni Graziano Cecchini ha di nuovo colorato la fontana di Trevi di rosso. Sarebbe una performance per dire “non ci sto più”.

La Fontana di Trevi si colora di nuovo di rosso: a compiere il gesto è stato Graziano Cecchini dopo dieci anni. 

L’uomo è riuscito a evitare i controlli nella piazza e a rovesciare velocemente un colorante rosso. Fermato dalla polizia, è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e per imbrattamento e dovrà pagare una multa di 500 euro per non aver rispettato l’ordinanza per la tutela dei monumenti e delle fontane di Roma.

L’azione sarebbe un’ulteriore performance di Cecchini: l’avrebbe denominata "Pacta servanda sunt". Un gesto per risvegliare la città di Roma dal torpore e gridare basta.

Mentre i vigili vietavano l’accesso alla fontana, numerosi turisti scattavano foto e selfie mossi dalla curiosità di questo gesto.

Fonte: Ansa - Repubblica

Immagine: Fontana di Trevi colorata di rosso nel 2007.

 

Fontana di Trevi rossa: dopo dieci anni Cecchini ripete il gesto
Fontana di Trevi rossa: dopo dieci anni Cecchini ripete il gesto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER