Guido Reni danneggiato, il danno è di lieve entità. A fine mostra partirà il restauro


È di lieve entità il danno subito dal San Francesco di Guido Reni involontariamente danneggiato ieri da una visitatrice della Galleria Borghese. Stamani gli esperti lo hanno valutato: l’opera potrà rimanere in mostra, poi partirà il restauro.

È stato concordato l’intervento di restauro sul San Francesco di Guido Reni danneggiato involontariamente ieri da una visitatrice della Galleria Borghese, dove l’opera è in prestito per la mostra sul pittore bolognese (il dipinto infatti fa parte della raccolta del Museo di Roma a Palazzo Braschi). Oggi i curatori del Museo di Roma e della Sovrintendenza Capitolina si sono recati alla Galleria Borghese per verificare l’accaduto e valutare con la direttrice della Galleria Borghese, Francesca Cappelletti, i prossimi passi. Per fortuna il danno è di lieve entità e il dipinto potrà dunque rimanere in mostra fino a fine rassegna.

I funzionari di Roma Capitale sono concordi nel rilevare che si tratta di una piccola fenditura che non ha determinato ulteriori esiti negativi sulla superficie pittorica. Si è deciso di fare dunque un intervento immediato per stabilizzare la situazione con delle velinature di protezione, considerando che le condizioni del dipinto non possono evolvere negativamente in quanto è stabile.

Pertanto, come anticipato, il dipinto rimarrà esposto fino al termine della mostra, previsto per il prossimo 22 maggio. Un intervento definitivo sarà realizzato all’indomani della chiusura. L’occasione, fanno sapere gli esperti, sarà molto utile per approfondire gli studi sul dipinto, in particolar modo sulla tecnica e sul supporto, e aggiornare gli interventi di restauro con una revisione conservativa completa. Al termine dell’intervento di restauro il dipinto, che prima della mostra alla Galleria Borghese non era visibile al pubblico, potrà essere esposto nelle sale di Palazzo Braschi. Commissionato nel 1610 a Guido Reni dalla Confraternita delle Sacre Stimmate di San Francesco di Campagnano Romano, lo stendardo processionale San Francesco riceve le stimmate è un’opera rimasta sempre di proprietà privata e poi pervenuta nelle collezioni capitoline nel 1960.

Nell’immagine, l’opera in mostra alla Galleria Borghese.

Guido Reni danneggiato, il danno è di lieve entità. A fine mostra partirà il restauro
Guido Reni danneggiato, il danno è di lieve entità. A fine mostra partirà il restauro


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Rubato un Balloon Dog di Koons in una galleria di Francoforte
Rubato un Balloon Dog di Koons in una galleria di Francoforte
Va in asta il bimbo di Banksy che gioca con l'infermiera-eroina. Il ricavato in beneficenza
Va in asta il bimbo di Banksy che gioca con l'infermiera-eroina. Il ricavato in beneficenza
Il Politecnico di Torino entra nel grande spazio digitale d'archivio sulla storia del Novecento
Il Politecnico di Torino entra nel grande spazio digitale d'archivio sulla storia del Novecento
In Calabria pochi turisti a causa di mafia e terremoti: è bufera per le parole di EasyJet
In Calabria pochi turisti a causa di mafia e terremoti: è bufera per le parole di EasyJet
Ecco come Pisa cambierà volto nei prossimi anni. Presentato il Piano Cultura 2021-2023
Ecco come Pisa cambierà volto nei prossimi anni. Presentato il Piano Cultura 2021-2023
Venezia, ritrovata in campagna una statua romana intera. Era parte di un monumento funebre
Venezia, ritrovata in campagna una statua romana intera. Era parte di un monumento funebre