Napoli: rischia di crollare il soffitto della chiesa di San Nicola alla Carità con gli affreschi del Solimena


Il soffitto della chiesa di San Nicola alla Carità a Napoli rischia di crollare a breve: in pericolo gli affreschi del Solimena che lo decorano.

In pericolo il soffitto della chiesa di San Nicola alla Carità di Napoli: rischia di crollare se non si interviene a breve.
In pericolo sono quindi anche gli affreschi che lo decorano realizzati da Francesco Solimena nel 1697. 

A denunciare il fatto sui social è Antonio Pariante, appartenente al Comitato Civico di Santa Maria di Portosalvo, che si occupa da lungo tempo della valorizzazione e della tutela del patrimonio storico e architettonico delle chiese di Napoli.

“Le lesioni si sono rivelate a Natale scorso ma solo adesso ne fa notizia il parroco don Mario Rega che, nel frattempo e a sue spese, ha cercato di mettere in sicurezza la chiesa con una gigantesca impalcatura di metallo” ha affermato Pariante.

Non è né la prima né l’ultima chiesa di Napoli ad avere questa triste sorte: i precedenti si sono registrati nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, in Santa Brigida, e da pochi giorni in San Diego all’Ospedaletto, che ha chiuso per inagibilità.

Gli appositi enti compiono i sopralluoghi ma, essendo privi di risorse, registrano i danni e monitorano le strutture in attesa di restauri che probabilmente non arriveranno mai.

Fonte: La Repubblica - Il Mattino

Immagine: gli affreschi del Solimena sulla volta

Napoli: rischia di crollare il soffitto della chiesa di San Nicola alla Carità con gli affreschi del Solimena
Napoli: rischia di crollare il soffitto della chiesa di San Nicola alla Carità con gli affreschi del Solimena


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER