Selinunte, incendio al parco archeologico, secondo quotidiano locale interessate anche le rovine


Secondo un quotidiano della provincia di Trapani, l’incendio divampato il 10 agosto nel parco di Selinunte potrebbe aver interessato anche le rovine.

Lo scorso 10 agosto il Parco Archeologico di Selinunte, in provincia di Trapani, è stato colpito da un incendio: inizialmente s’era diffusa la notizia che le fiamme non avevano tuttavia interessato le vestigia classiche del parco. Oggi però il quotidiano locale Tp24.it, con un articolo a firma di Egidio Morici, fornisce una versione diversa: “il fuoco”, si legge nel pezzo, “ha raggiunto le antiche strutture abitative situate ad est delle rovine del tempio D. Le pietre, che segnano il perimetro di stanze un tempo forse adibite anche a negozi, sono state annerite dalle fiamme che si sono sviluppate proprio in quell’area circoscritta”.

Il quotidiano pubblica anche una foto delle rovine coperte dalla fuliggine. L’incendio si è sviluppato a circa 300 metri dall’area degli antichi edifici: Tp24.it ipotizza dunque che le rovine possano essere state interessate da un ulteriore innesco. Ancora, nell’articolo si ipotizza la natura dolosa dell’incendio. Al momento sono in corso le indagini, mentre dal Parco non sono ancora giunte notizie in merito all’ipotesi che anche le rovine siano state colpite dalle fiamme.

Nell’immagine, la foto diffusa da Tp24.it

Selinunte, incendio al parco archeologico, secondo quotidiano locale interessate anche le rovine
Selinunte, incendio al parco archeologico, secondo quotidiano locale interessate anche le rovine


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER