Online la street art italiana grazie alla collaborazione tra INWARD e Google Cultural Institute


INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana in collaborazione con Google Cultural Institute ha reso disponibile online la street art italiana.

INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana in collaborazione con Google Cultural Institute ha reso disponibili su artsandculture.google.com oltre 350 opere di più di cinquanta street artist italiani, immagini Street View del Parco dei Murales e mostre tematiche sperimentali.

La prima fase della collaborazione ha condotto alla digitalizzazione delle prime 350 opere, ma nei prossimi mesi si aggiungeranno decine di nuovi artisti e centinaia di nuove opere. Tra le più rappresentative dei diversi stili della street art italiana già online, Gio Pistone, Universo (2017), Neve, Leucosia (2017) Alberonero, Mañana 100 toni (2016) e Corn79, Blu Cerebrale (2016).

Oltre questi nomi, hanno già aderito alla piattaforma digitale i più importanti street artist italiani, quali Rosk&Loste, Peeta, Orticanoodles, Mattia Campo Dall’Orto, Matteo Brogi, Kerotoo, La Fille Bertha, Ironmould, Gue, Gola, G.loois, Giulio Vesprini, Luigi Loquarto (Gig), Geometric Bang, Rmogrl 8120 (Gabriele Romei), Flycat, Mr. Fijodor, Fabio Petani, Daniele Nitti, Camilla Falsini, Alessandra Carloni, Coquicolt Mafille, Davide Brioschi, Manu Invisible, Ale Senso, Dado, Ozmo, Alessio Bolognesi, Gomez, Andrea Tarli, Alessandro Suzzi, Joys, Koso, Mate, Vera Bugatti, Edf Crew, Fabio Della Ratta, Luispak, Noeyes, Teresa Sarno, Naf-Mk, Massimo Sirelli, Nabla&Zibe, Raro, Kiki Skipi, Zeus40, Xel, Iabo e Crisa.

Utilizzando la tecnologia di Google Street View, è inoltre possibile effettuare un tour virtuale a 360 gradi del Parco dei Murales, programma di creatività urbana per il sociale ideato e prodotto da INWARD nella periferia est di Napoli. Nei prossimi mesi, si valuterà la possibilità di portare la sperimentazione anche presso altri sistemi territoriali di street art presenti in Italia.

Nella collezione di street art italiana curata da INWARD, sono fruibili poi le prime mostre tematiche, che organizzano sperimentalmente le produzioni di street art per genere, tra astrattismo e illustrazione, geometrismo e realismo, figurativo e lettering.

Immagine: Un’opera di Neve

Online la street art italiana grazie alla collaborazione tra INWARD e Google Cultural Institute
Online la street art italiana grazie alla collaborazione tra INWARD e Google Cultural Institute


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER