Dopo sei mesi dall'elezione, finalmente, il MIUR nomina Luciano Massari direttore dell'Accademia di Carrara


Ci sono voluti sei mesi, ma alla fine è arrivata la ratifica del MIUR: Luciano Massari è ufficialmente direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara.

Le pressioni delle ultime settimane hanno finalmente portato al risultato sperato: l’Accademia di Belle Arti di Carrara finalmente ha il suo direttore, dopo sei mesi di attesa. Si tratta di Luciano Massari, scultore, che assume dunque il suo secondo mandato. La situazione dello storico istituto carrarese, fondato nel 1769 dalla duchessa Maria Teresa Cybo Malaspina, era divenuta insostenibile, come abbiamo raccontato anche su queste pagine: Massari, rieletto a giugno dal corpo docenti, ha lavorato in regime di prorogatio fino a dicembre, perché la ratifica del Ministero dell’Università non è mai arrivata.

Il dicastero ha deciso dunque di risolvere la situazione e oggi, 25 maggio 2020, a undici mesi dall’elezione e a sei dalla fine del prolungamento del mandato, è arrivato il decreto di nomina di Luciano Massari. Si tratta di una nomina con riserva, date le vicende legali in cui il direttore è coinvolto (un esponente politico locale lo ha infatti denunciato per conflitto d’interessi ed è in corso un’indagine), ma che consentirà a Massari di lavorare nel pieno delle sue funzioni.

Massari ha già rassicurato gli studenti, i docenti e il personale (che si sono spesi molto e in modo encomiabile, nelle ultime settimane, per fare pressione sul ministero affinché venisse risolta la situazione di un istituto da mesi senza direzione e di conseguenza senza organi di governo e di consulta, alternando petizioni, sollecitazioni e richieste formali) di “essere pronto per l’immediata e piena riassunzione delle sue funzioni, allo scopo di traghettare l’istituzione fuori dal periodo di eccezionale difficoltà in cui è venuta a trovarsi” (così in una nota). Massari ha fatto sapere che si adopererà da subito “per la rapida e corretta organizzazione e comunicazione delle sessioni di esami e tesi, per l’applicazione del protocollo anticontagio già redatto dal responsabile della sicurezza al fine di ripristinare alcune attività in presenza, e per approntare le condizioni che permettano il graduale ripristino degli organi istituzionali”.

A Massari spetterà anche il compito di trascinare l’Accademia fuori dall’emergenza Covid-19, e ha già fatto sapere che affronterà il problema “in modo tale che si possa risolvere senza alcun danno né economico né formativo per gli interessati”, nella consapevolezza che “il rientro alla normalità non sarà immediato, ma sarà fatto ogni sforzo affinché possa essere il meno accidentato possibile”.

Infine, il direttore ha ringraziato il presidente dell’Accademia, Antonio Passa, e la direttrice amministrativa, Maria Ferraro, “per lo straordinario sforzo profuso per garantire le attività dell’Accademia in questo periodo lungo e difficile”, oltre ai presidi delle scuole e al personale docente e non docente “per essersi adoperati ai fini di garantire, pur nell’eccezionalità della situazione, la tutela del diritto allo studio dei nostri studenti”.

Nella foto: Luciano Massari

Dopo sei mesi dall'elezione, finalmente, il MIUR nomina Luciano Massari direttore dell'Accademia di Carrara
Dopo sei mesi dall'elezione, finalmente, il MIUR nomina Luciano Massari direttore dell'Accademia di Carrara


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER