Maria Pia Ammirati è il nuovo presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà


Nominato dal ministro Franceschini il nuovo presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà: è Maria Pia Ammirati.

Il Ministro del MiBACT, Dario Franceschini, ha nominato il nuovo presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà, la società pubblica che opera come braccio operativo del Ministero per i Beni e delle Attività Culturali e per il Turismo e che rappresenta una delle principali realtà del settore cinematografico, con una varietà di impegni e attività che si traducono nella più ampia missione di sostegno alla cinematografia e all’audiovisivo italiani. Si tratta di Maria Pia Ammirati che prenderà il posto di Roberto Cicutto, recentemente nominato alla guida della Fondazione La Biennale di Venezia.

“Quella di Maria Pia Ammirati è una nomina autorevole per una delle principali realtà del settore cinematografico e audiovisivo“ ha commentato Franceschini e ha aggiunto ”nell’augurarle buon lavoro, ringrazio Roberto Cicutto, ora alla guida de La Biennale, per il grande impegno e la passione con cui ha  rinnovato e rilanciato Cinecittà nel mondo”.

Maria Pia Ammirati è dirigente televisiva, scrittrice e giornalista. Dopo esperienze come giornalista e critico, entra in RAI nel 1992. Lavora per molti anni al DSE, poi Rai Educational, come curatrice, produttrice e conduttrice di programmi culturali. Nel 2000 approda a Rai Uno, dove lavora come Capo Segreteria di Rete, Capo progetto, Capo struttura e dal 2011 al 2014 come Vice Direttore con delega sul Daytime. Nel 2014 viene nominata Direttore di Rai Teche a cui si aggiunge nel 2016 l’incarico come responsabile del Content RaiPlay.

Maria Pia Ammirati è il nuovo presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà
Maria Pia Ammirati è il nuovo presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER