Firenze, si mette pericolosamente in bilico sulla terrazza degli Uffizi: “l'ho fatto per diventare famoso”


Questa mattina, 1 marzo, l’artista Vaclav Pisvejc è pericolosamente salito sulla degli Uffizi per diventare famoso e incontrare il direttore delle Gallerie.

Si è affiancato alla statua Event Horizon di Antony Gormley, posta sulla balaustra della terrazza degli Uffizi a Firenze e si è messo pericolosamente in bilico, tanto da far temere volesse buttarsi: protagonista dell’episodio avvenuto stamani, 1 marzo, è Vaclav Pisvejc, cinquantunenne che si definisce artista. L’uomo non è nuovo a gesti del genere: aveva aggredito nel settembre scorso Marina Abramović, giunta a Palazzo Strozzi in occasione della sua retrospettiva The Cleaner, colpendola con una tela sulla testa. 

Nell’episodio accaduto stamattina sono intervenuti i vigili del fuoco transennando la piazza e posizionando sotto la terrazza un telo apposito per attutire l’eventuale lancio. 

Pisvejc avrebbe voluto incontrare il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, per “fare clamore” ed essere conosciuto come artista. Una volta intervenute le forze dell’ordine, in caserma l’uomo ha incontrato privatamente Schmidt chiedendogli di vedere i suoi dipinti. Ha dichiarato di non volersi veramente buttare, ma di aver compiuto il clamoroso gesto per voler diventare famoso.

È stato denunciato per procurato allarme.

 

Firenze, si mette pericolosamente in bilico sulla terrazza degli Uffizi: “l'ho fatto per diventare famoso”
Firenze, si mette pericolosamente in bilico sulla terrazza degli Uffizi: “l'ho fatto per diventare famoso”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER