Sangiuliano: “Le domeniche gratuite vanno mantenute. Possiamo pensare ad altre giornate di gratuità”


Il ministro della Cultura Sangiuliano ha dichiarato che le domeniche gratuite saranno mantenute e che si può pensare a delle altre giornate di gratuità, come il 2 giugno o il 4 novembre. 

Le domeniche gratuite saranno mantenute: a dichiararlo è il nuovo ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, dopo la grande affluenza di visitatori nei musei e nei parchi archeologici statali di tutta Italia che si è registrata ieri in occasione della prima domenica gratuita di novembre. “Dati molto positivi che confermano che le domeniche gratuite vanno assolutamente mantenute”, ha commentato il ministro, "e che anzi possiamo pensare a delle altre giornate di gratuità in occasione di alcune date fondamentali per la storia della nostra nazione come il 2 giugno o il 4 novembre".

Una nota del Ministero della Cultura sottolinea che i dati di affluenza di ieri confermano il trend positivo degli ultimi mesi e il ritorno ai livelli pre-pandemia per molti istituti su tutto il territorio nazionale.

Nella giornata di domenica 6 novembre, i principali luoghi della cultura più visitati sono stati il Parco Archeologico del Colosseo, al primo posto, con 23.404 visitatori; seguono al secondo e terzo posto il Parco Archeologico di Pompei (21.817) e le Gallerie degli Uffizi (9.240). Al quarto posto il Giardino di Boboli con 8.932 presenze, seguito dalla Reggia di Caserta (7.710), dal Palazzo Reale di Napoli (7.649), da Villa Adriana e Villa d’Este (7.516), dal Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo (7.234), da Palazzo Pitti (6.909), dalla Galleria dell’Accademia di Firenze (6.050). E ancora, i Musei Reali di Torino (5.307), la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma (4.899), il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (4.285), il Museo Nazionale Romano (4656), il Parco Archeologico di Ostia Antica (3.851), il Parco Archeologico di Ercolano (3.702), il Museo di Capodimonte (3.442), il Palazzo Ducale di Mantova (3.265), i Musei del Bargello (2.900), le Gallerie nazionali di arte antica di Roma (2.840), il Parco archeologico dei Campi Flegrei (2.602), la Pinacoteca Nazionale di Bologna (2.569), le Gallerie dell’Accademia di Venezia (2.530), la Pinacoteca di Brera (2.394), il Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia (2.293), il Castello di Miramare di Trieste (2.254), il Parco Archeologico di Paestum e Velia (2.199), il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria (1.992), la Galleria Borghese (1.800), il Complesso monumentale della Pilotta (1.735), il Museo del Cenacolo Vinciano (1.584), le Gallerie Estensi (1.481), la Rocca Demaniale di Gradara (1.430), Villa della Regina a Torino (1.295), Palazzo Carignano a Torino (1.214), il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia (1.202), il Parco Archeologico dell’Appia antica (1.167), la Galleria Spada di Roma (1.130), la Galleria Nazionale delle Marche (1.035), il Museo archeologico nazionale di Taranto (997), il Palazzo Reale di Genova (929) e la Galleria Nazionale dell’Umbria (906).

A questi si aggiungono i 30.751 visitatori del ViVe di Roma che comprende il Monumento del Vittoriano e il Museo di Palazzo Venezia, e i 3.602 visitatori del Pantheon.

Sangiuliano: “Le domeniche gratuite vanno mantenute. Possiamo pensare ad altre giornate di gratuità”
Sangiuliano: “Le domeniche gratuite vanno mantenute. Possiamo pensare ad altre giornate di gratuità”


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER