Nasce il museo archeologico multimediale di Rimini sotto il Teatro Galli


Aperto sotto il Teatro Galli di Rimini il museo archeologico multimediale della città per far scoprire ai visitatori una storia lunga oltre duemila anni.

Sotto la platea del Teatro Galli di Rimini è stato aperto, in concomitanza con il ritorno della grande opera con lo spettacolo Simon Boccanegra di Giuseppe Verdi, il museo archeologico multimediale per raccontare la storia lunga oltre duemila anni della città di Rimini. 

Una storia raccontata attraverso reperti antichi e tecnologie all’avanguardia in un percorso espositivo alla scoperta dei ritrovamenti compiuti durante la complessa campagna di scavi condotta per la ricostruzione del teatro, come mosaici, parte di una chiesa paleocristiana e resti di tee domus di epoca romana. I resti testimoniano un modello insediativo e l’evoluzione del quartiere urbano dalla fondazione di Ariminum fino alla tarda antichità.

Gli strumenti multimediali permettono ai visitatori di conoscere in modo immediato la storia di Rimini, partendo dall’insediamento della colonia nel 220 a.C. circa, proseguendo attraverso i periodi repubblicano e imperiale dell’antica Roma, il periodo successivo alla caduta del Impero Romano, il periodo medievale e quello dei Malatesta per giungere alla Rimini dell’Ottocento. Seguono sezioni sulla storia del teatro all’italiana, sull’architettura del teatro di Rimini, sulla biografia e sulla musica di Giuseppe Verdi (in una sala immersiva è possibile ascoltare le sue più celebri composizioni) e infine nell’area archeologica, nel senso stretto del termine, è possibile vedere la superficie dello scavo archeologico.

Il sindaco di Rimini ha dichiarato: "Un museo del presente dove la tecnologia incontra l’archeologia e la storia, per vivere un’esperienza completa. Anche le tecniche costruttive si fondono, con i materiali a vista delle nuove realizzazioni che dialogano con i reperti archeologici. Un museo quindi che si aggiunge a contenitori culturali come  ARimini Caput Viarum, Domus del chirurgo, Museo Fellini, Piazza Malatesta e il Castello: una vastità di luoghi valorizzati e al centro del percorso di trasformazione della città che testimoniano la vastità e l’importanza del nostro patrimonio culturale”.

 

Nasce il museo archeologico multimediale di Rimini sotto il Teatro Galli
Nasce il museo archeologico multimediale di Rimini sotto il Teatro Galli


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER