Catania, nuova luce per la Cattedrale di Sant'Agata


La Cattedrale di Sant’Agata di Catania avrà a breve una nuova illuminazione artistica con luci a led di nuova generazione, per farne risaltare la facciata. 

La Cattedrale di Sant’Agata di Catania avrà una nuova illuminazione artistica grazie al contributo di Enel Green Power per far esaltare ulteriormente la facciata dell’emblema del tardo barocco catanese. A renderlo noto è il sindaco di Catania Salvo Pogliese, che ha dato indicazioni al capo di gabinetto Giuseppe Ferraro di coordinare e realizzare un progetto di nuova illuminazione prima del 5 febbraio, data in cui si celebra ogni anno la tradizionale festa della santa patrona della città. 

Saranno sostituite le luci di vecchia generazione con luci a led di nuova generazione al fine di valorizzare e far risaltare la parte inferiore della facciata del Duomo e il gruppo scultoreo della parte superiore. 

“Ringrazio Enel Green Power per questo gesto di generosità nei confronti della città di Catania” ha dichiarato il sindaco Pogliese, “perché ci consente di rendere sempre più bello e attraente il simbolo principale della nostra città, la Cattedrale, dove riposano le reliquie della santa patrona Agata e le spoglie di personaggi che hanno dato lustro a Catania, da Vincenzo Bellini al beato Dusmet. Dopo il Castello Ursino, finalmente illuminato” ha aggiunto, “ora tocca al Duomo rinnovare le proprie luci, effettivamente poco consone come anche molti visitatori ci hanno segnalato, nella splendida piazza chiusa al traffico veicolare e dove hanno sede Palazzo degli Elefanti e Palazzo dei Chierici, edifici storici simboli della ricostruzione post terremoto del 1693”. 

Ph.Credit 

Catania, nuova luce per la Cattedrale di Sant'Agata
Catania, nuova luce per la Cattedrale di Sant'Agata


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma