Oltre 200mila libri nuovi donati dagli editori alle biblioteche scolastiche


Arrivano nelle scuole 220mila libri nuovi donati dagli editori alle biblioteche scolastiche, grazie a #ioleggoperché.

A partire da questa settimana arriveranno nelle scuole 220mila libri nuovi donati dagli editori, grazie a #ioleggoperché, l’iniziativa dell’Associazione Italiana Editori (AIE) a favore delle biblioteche scolastiche.  

Con la consegna del contributo editori, costituito dai 120.000 nuovi libri donati alle biblioteche scolastiche per questa edizione, che vanno ad aggiungersi ai 100.000 dell’edizione precedente rimasti bloccati nel marzo scorso a causa dell’inizio della pandemia e oggi in consegna, si chiude la quinta edizione del progetto: i pacchi del contributo Editori dell’edizione 2020 e dell’edizione 2019 verranno consegnati nelle librerie entro fine marzo, destinati alle scuole che ne avevano fatto già richiesta, per una o per entrambe le edizioni. E porteranno il totale dei nuovi libri arrivati nelle scuole grazie all’iniziativa nelle sue cinque edizioni a 1.388.000. Un numero straordinario" ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi, “con cui accrescere la dotazione di libri nuovi delle biblioteche scolastiche. Siamo convinti del ruolo delle scuole, e delle biblioteche nelle scuole nello specifico, come infrastruttura primaria della lettura. È sulla base di questa convinzione che, pur riconoscendo che è stata un’edizione molto complessa, anche nella sua parte logistica, a causa delle varie restrizioni di movimento e di consegne, #ioleggoperché doveva svolgersi, come atto di responsabilità sociale e come segno concreto di risposta ai bisogni degli studenti e degli insegnanti. E questo grazie al Ministero della Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e a Centro per il libro e la lettura, e sempre in collaborazione con il Ministero Istruzione - Direzione Generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento Scolastico”.

Insieme ai libri donati dagli editori (qui gli editori che hanno contribuito) si consegneranno anche i volumi di Banca d’Italia, che con #ioleggoperché ha avviato nel 2019 un percorso di letture per promuovere nei giovani una corretta cultura economica. Nel quadro del programma di educazione finanziaria nelle scuole, avviato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Banca d’Italia ha realizzato alcune pubblicazioni destinate alle scuole al fine di trasmettere i contenuti in modo semplice. I quaderni didattici della Banca d’Italia sono opuscoli per le scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado dedicati alla moneta e gli strumenti di pagamento alternativi al contante che aiutano i giovani a familiarizzare con i mezzi di pagamento con cui hanno o avranno a che fare nella vita quotidiana. Nei pacchi del contributo 2019 per le primarie è anche Topolino, in un’edizione speciale con la versione a fumetti dell’Isola del Tesoro, e un volume sull’alimentazione per i ragazzi donato da Create Cures Foundation – Fondazione Valter Longo.

Ph.Credit

Oltre 200mila libri nuovi donati dagli editori alle biblioteche scolastiche
Oltre 200mila libri nuovi donati dagli editori alle biblioteche scolastiche


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma