Santa Sofia diventa moschea, papa Francesco: “sono molto addolorato”


Papa Francesco interviene sul caso della basilica di Santa Sofia riconvertita in moschea, dichiarandosi ’molto addolorato’.

Papa Francesco ha deciso di rompere il silenzio sulla vicenda della basilica di Santa Sofia a Istanbul, che è stata riconvertita in moschea, dopo che per 85 anni era stata un museo, simbolo della Turchia laica e moderna (la vicenda è stata anche stigmatizzata dall’Unesco che ha accusato le autorità turche di aver preso la decisione senza informare l’organizzazione, dal momento che Santa Sofia è nell’elenco del Patrimonio Mondiale dell’Umanità).

Il pontefice si è espresso sul caso oggi, dopo il consueto angelus della domenica, ricordando che oggi ricorre la Giornata Internazionale del Mare. “Il mare”, ha detto papa Francesco, “mi porta un po’ lontano col pensiero: a Istanbul. Penso a Santa Sofia, e sono molto addolorato”. Un pensiero estremamente sintetico, ma altrettanto estremamente significativo.

Le parole esprimono dunque una condanna, e arrivano dopo che il mondo cristiano (a cominciare da quello ortodosso) lo aveva fortemente criticato per il suo silenzio attorno al caso. Il sito Orthodox Times aveva parlato di “triste silenzio” in merito alla mancata presa di posizione di papa Bergoglio, che ha dunque deciso di far sentire la sua voce su un argomento che, all’interno della comunità mondiale dei cristiani, è molto sentito, tanto che il Consiglio Mondiale delle Chiese aveva inviato una dura lettera al presidente turco Erdogan per chiedere di far rimanere un museo la basilica, “nell’interesse di promuovere la comprensione reciproca, il rispetto, il dialogo e la cooperazione” (così nella missiva). E adesso ci si attende dunque una discussione altrettanto serrata attorno a ciò che ha detto quest’oggi il papa.

Santa Sofia diventa moschea, papa Francesco: “sono molto addolorato”
Santa Sofia diventa moschea, papa Francesco: “sono molto addolorato”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


La Francia restituirà all'Africa oggetti d'arte saccheggiati durante la colonizzazione
La Francia restituirà all'Africa oggetti d'arte saccheggiati durante la colonizzazione
Vinci, azienda privata finanzia restauro dell'Uomo di Vinci, capolavoro di Mario Ceroli
Vinci, azienda privata finanzia restauro dell'Uomo di Vinci, capolavoro di Mario Ceroli
La Collezione Maramotti di Reggio Emilia cambia forma: ecco il grande riallestimento con il meglio del contemporaneo
La Collezione Maramotti di Reggio Emilia cambia forma: ecco il grande riallestimento con il meglio del contemporaneo
I musei statali potrebbero trasformarsi in fondazioni private? Per il collettivo Mi Riconosci potrebbe accadere
I musei statali potrebbero trasformarsi in fondazioni private? Per il collettivo Mi Riconosci potrebbe accadere
Mecenate dona alla Regione Emilia Romagna oltre 25 opere della sua ampia collezione
Mecenate dona alla Regione Emilia Romagna oltre 25 opere della sua ampia collezione
Sensori sismici potrebbero salvare il patrimonio culturale
Sensori sismici potrebbero salvare il patrimonio culturale