Pompei, cede un metro e mezzo di muro in una domus


Cedimento di un muro nella Casa della Caccia ai Tori del Parco Archeologico di Pompei. L’edificio non ha riportato danni strutturali.

La direzione del Parco Archeologico di Pompei ha diramato la notizia del cedimento di una porzione di muro della Casa della Caccia ai Tori: il distacco è avvenuto questa mattina, e dopo il sopralluogo compiuto dal direttore generale Massimo Osanna e dai funzionari tecnici della Soprintendenza, si è appreso che ha riguardato una porzione di circa un metro e mezzo di muro, che si presentava in buono stato. Il danno sarebbe stato causato dal cedimento, non prevedibile, di una cisterna sottostante.

Massimo Osanna ha precisato in una nota che non si è trattato di un crollo, ma del distacco di un pezzo di muro. Non ci sarebbero danni alla materia archeologica: il muro infatti si sarebbe mantenuto intatto ed è ricollocabile nella sua posizione originaria. La domus interessata non era comunque aperta al pubblico ed era già stata messa in sicurezza. La struttura dell’edificio rimane in buone condizioni.

Nell’immagine diffusa dalla Soprintendenza speciale di Pompei: il muro ceduto nella Casa della Caccia ai Tori.

Pompei, cede un metro e mezzo di muro in una domus
Pompei, cede un metro e mezzo di muro in una domus


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER