MiBACT e Anas firmano un protocollo per tutela e valorizzazione delle scoperte archeologiche


Il Ministero dei Beni Culturali e Anas spa hanno firmato un protocollo per la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico.

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e Anas S.p.A. firmano un protocollo d’intesa per la valorizzazione dei ritrovamenti archeologici rinvenuti nell’ambito dei cantieri stradali. L’accordo è stato presentato durante una conferenza stampa alla quale hanno presenziato il sottosegretario alla cultura Antimo Cesaro, il presidente di Anas Gianni Vittorio Armani, la direttrice generale per l’archeologia, le belle arti e il paesaggio Caterina Bon Valsassina, il presidente dell’associazione Archeolog (il sodalizio costituito nel 2015 da Anas per la riqualificazione dei reperti) Guido Perosino e la presidente del comitato scientifico dell’associazione Simonetta Stopponi.

Il protocollo indica le misure da intraprendere per la valorizzazione delle scoperte archeologiche: “È una svolta rispetto al passato”, ha dichiarato Vittorio Armani, “e l’obiettivo è quello di abbandonare la prassi della separatezza ed episodicità degli interventi, per sperimentare nuovi percorsi collaborativi e nuovi strumenti di programmazione strategica. Con una logica condivisa con il MiBACT ci siamo impegnati ad avviare nel campo della cultura nuove forme di partenariato pubblico/privato sulla base di metodi partecipativi per rafforzare la collaborazione tra gli enti pubblici e tra questi e gli attori privati per valorizzazione sistematica dei beni culturali”. Gli ha fatto eco Cesaro: “Il protocollo stabilisce una forte sinergia tra MiBACT e Anas. Se le scoperte archeologiche un tempo erano un intralcio, oggi diventano un’occasione di sviluppo”.

Ancora, il protocollo contribuisce alla creazione della figura dell’archeologo di cantiere, professionista incaricato di monitorare l’andamento dei lavori sotto la supervisione dell’appaltante, e rende Archeolog concessionario temporaneo dei progetti di restauro delle scoperte: compito della onlus sarà quello di promuovere raccolte di fondi per il restauro, la tutela e la valorizzazione dei reperti. Il protocollo, ha sottolineato ancora Armani, incentiverà i processi di sviluppo territoriale rendendo il territorio una parte attiva del processo di valorizzazione.

MiBACT e Anas firmano un protocollo per tutela e valorizzazione delle scoperte archeologiche
MiBACT e Anas firmano un protocollo per tutela e valorizzazione delle scoperte archeologiche


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER