Rinvenuto l'antenato del biberon nella Valle dei Templi


Durante l’ultima campagna di scavi nella Valle dei Templi gli archeologi hanno rinvenuto un guttus, antenato del biberon.

Durante l’attuale campagna di scavo ad Agrigento, nella Valle dei Templi, è stato rinvenuto nell’area del Teatro ellenistico di Akragas un guttus, ovvero l’antenato del biberon.

“Scavando il riempimento di una delle strutture che dovevano sostenere la cavea, è stato rinvenuto un deposito di manufatti riferibili ad un rito propiziatorio. Gli oggetti ritrovati sono vasi di uso quotidiano, utilizzati prevalentemente per bere e per contenere liquidi, compreso il piccolo vaso con beccuccio, un guttus, un vero e proprio poppatoio” ha affermato il direttore del Parco archeologico, Giuseppe Parello. E ha aggiunto: “I vasi potrebbero essere stati utilizzati per un rito di libagione; la presenza del vaso a beccuccio riconduce al momento della nascita, e quindi all’origine della vita. Interessante è anche la rottura intenzionale dei vasi che, come oggi, aveva di certo un significato augurale”.

Questa campagna di scavo ha fatto riemergere nuovi oggetti che raccontano la passata vita quotidiana di questo sito archeologico. 

Il direttore Giuseppe Parello conclude: “Con questa scoperta si chiude la campagna di ricerca, che ci invita a ripartire presto per riportare completamente a nuova vita il Teatro”.

Fonte: La Sicilia

Immagine: Veduta immaginaria di Akragas

Rinvenuto l'antenato del biberon nella Valle dei Templi
Rinvenuto l'antenato del biberon nella Valle dei Templi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER