Da un robot prende vita un'installazione d'artista


Robotecnik ha realizzato un robot in grado di dare vita a un’installazione d’artista firmata dal collettivo Flatform. Alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. 

Robotecnik, una società con sede in provincia di Torino specializzata nella realizzazione di robot cartesiani per l’industria, ha creato un robot capace di proiettare un film su più pareti, simulando i movimenti delle riprese video

Il robot è stato realizzato per il Museo del Cinema di Torino ed è stato subito messo al lavoro presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dove ha dato vita a un’installazione dal titolo History of a tree realizzata dal collettivo Flatform, visibile al pubblico dal 18 luglio al 13 settembre 2020. 

Protagonista dell’installazione è la quercia vallonea che ha raggiunto i novecento anni di età e i 750 metri quadrati di estensione, e che è considerata la più anziana d’Europa. History of a tree intende essere dunque un ritratto di quell’albero e del territorio in cui la pianta ha vissuto per tutti questi anni. Obiettivo del progetto è svelare l’albero in tutte le sue forme, accompagnando lo spettatore durante il percorso della telecamera, spesso portata da un drone, e proiettare le immagini su più pareti, sul pavimento e sul soffitto, in modo da creare un ambiente totalmente immersivo

Simulare movimenti lenti con elevata precisione e sincronizzati con il video e con l’audio si presentava complicato: questo è infatti il compito del robot creato. 

L’installazione è esposta in occasione del ventennale del Museo del Cinema e dei venticinque anni di attività della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. 

Da un robot prende vita un'installazione d'artista
Da un robot prende vita un'installazione d'artista


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER