Roma, la Saletta Pompeiana di Villa Farnesina riapre al pubblico


A Roma riapre al pubblico la Saletta Pompeiana di Villa Farnesina dopo i restauri.

La Saletta Pompeiana di Villa Farnesina ha riaperto al pubblico in data 8 novembre 2018 dopo i lavori di restauro. Questa Saletta corrisponde alla parte sottostante la prima rampa dello scalone. Le decorazioni sono direttamente ispirate agli esempi antichi (per questo motivo è detta “Saletta Pompeiana”) e risalgono alle ristrutturazioni degli anni 1861-1863 del Duca di Ripalta, Salvador Bermúdez de Castro. Da qui, dopo i recenti restauri, si accede alla zona sud-ovest del piano terra della Villa che faceva parte dell’area privata del banchiere Agostino Chigi.

Nel Cinquecento la Saletta pompeiana costituiva il pianerottolo per la rampa di collegamento con le cucine al livello seminterrato mentre nell’Ottocento Salvador Bermúdez de Castro fece rimuovere la scala per erigere l’attuale parete est rendendo l’ambiente un disimpegno.

In questo settore negli anni Trenta del Novecento, furono collocati gli studi del Presidente e della Segreteria generale della Reale Accademia d’Italia, mentre la “Saletta pompeiana” ospitava i servizi igienici riservati al Presidente Guglielmo Marconi.
Oggi la Saletta è la sede di rappresentanza dell’Accademia Nazionale dei Lincei, il cui presidente, Giorgio Parisi, dichiara:  "L’Accademia Nazionale dei Lincei è orgogliosa di aver restaurato alcune sale della Villa Farnesina, sede di rappresentanza dell’Accademia Nazionale dei Lincei.  È di grande soddisfazione per i Soci dell’Accademia l’aver restituito alla città di Roma e al pubblico internazionale alcuni degli ambienti, prima inaccessibili, nell’ottica di un più ampio progetto di valorizzazione e fruizione della Villa Farnesina, gioiello del Rinascimento italiano".

Lo storico dell’arte Alessandro Zuccari, socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei e Coordinatore della Commissione Villa Farnesina, spiega: “Gli interventi conservativi della Saletta pompeiana e delle sale contigue, condotti in collaborazione con l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, si iscrivono nel programma di restauri e ricerche sulla Villa Farnesina finalizzati al pieno recupero dell’edificio e delle sue decorazioni del Cinquecento e dell’Ottocento”.

Nell’immagine: un affresco della Saletta Pompeiana

Roma, la Saletta Pompeiana di Villa Farnesina riapre al pubblico
Roma, la Saletta Pompeiana di Villa Farnesina riapre al pubblico


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Un successo la Notte dei Musei della Capitale a Roma: 60mila visitatori nella notte del 19 maggio
Un successo la Notte dei Musei della Capitale a Roma: 60mila visitatori nella notte del 19 maggio
Il Whitney Museum si arricchisce di nuove testimonianze di Hopper
Il Whitney Museum si arricchisce di nuove testimonianze di Hopper
Rapina alla Centrale Montemartini di Roma, secondo polo espositivo dei Musei Capitolini
Rapina alla Centrale Montemartini di Roma, secondo polo espositivo dei Musei Capitolini
Santa Croce, tre avvisi di garanzia per il crollo e Basilica chiusa. Per Acidini non si esclude la fatalità
Santa Croce, tre avvisi di garanzia per il crollo e Basilica chiusa. Per Acidini non si esclude la fatalità
Da oggi si paga un biglietto per visitare le chiese di Lecce
Da oggi si paga un biglietto per visitare le chiese di Lecce
Niente McDonald's alle Terme di Caracalla: il ministero annulla l'autorizzazione
Niente McDonald's alle Terme di Caracalla: il ministero annulla l'autorizzazione