Scompare a 47 anni Alberto Peruzzini, aveva contribuito a promuovere l'immagine della Toscana nel mondo


Addio ad Alberto Peruzzini: scompare a 47 anni il direttore di Toscana Promozione Turistica.

È scomparso all’improvviso, a soli 47 anni, Alberto Peruzzini, dal 2016 direttore di Toscana Promozione Turistica, l’ente che si occupa del marketing territoriale della Toscana per l’Italia e per l’estero. Nato a Pesaro nel 1971 e laureatosi nel 1996 in Scienze Politiche all’Università di Bologna, era entrato in Toscana Promozione nel 2010, come dirigente responsabile del Servizio Turismo, e aveva una lunga esperienza in fatto di promozione turistica: dal 2000 al 2010 aveva diretto l’Agenzia per il Turismo di Prato, e nel 1997 aveva fondato il network Città d’Arte della Pianura Padana, di cui era stato coordinatore fino al 2000. Esperto di comunicazione turistica e culturale, aveva tenuto anche numerosi corsi e seminari di formazione in materia.

Grande esperto e figura di spicco nel suo settore, aveva contribuito al posizionamento della Toscana nell’ambito delle politiche turistiche internazionali, promuovendo nel mondo l’immagine della regione. Dirigente stimato e molto apprezzato, si ricordano la sua attenzione nei confronti dei mercati internazionali emergenti (pochi giorni fa aveva preso parte, a Milano, a un seminario sui turisti nigeriani) e verso settori turistici tradizionalmente poco considerati, come l’adventure travel (in questo ambito, aveva contribuito a lanciare il progetto AdventureWeek Tuscany), lo shopping tourism o il turismo sportivo. Inoltre, aveva lavorato molto per la promozione turistica delle destinazioni meno note della regione ed era stato ideatore del progetto Toscana Arcobaleno d’Estate, un palinsesto di eventi per far vivere la regione sia ai turisti che ai residenti.

In queste ore si susseguono i messaggi di cordoglio. Il presidente della regione, Enrico Rossi, si è così espresso: “A nome mio personale e dei componenti della Giunta regionale rivolgo il cordoglio alla famiglia di Alberto, alla moglie e ai due giovani figli, ricordando i suoi valori umani e professionali. Alberto aveva contribuito in maniera decisiva, due anni fa, al passaggio alla nuova agenzia che promuove la nostra regione nel mondo, consapevole della necessità di lavorare al fianco dei territori per creare dei prodotti turistici in grado di competere in un mercato globale sempre più agguerrito”. L’assessore al turismo della Regione Toscana, Stefano Ciuoffo, lo ha ricordato in una nota: “Alberto è stato un collaboratore prezioso, profondo conoscitore di un settore che vede la Toscana in prima fila a livello internazionale e insieme abbiamo condiviso il gran lavoro di questi anni, di trasformazione e responsabilità, e ho avuto modo di conoscere le sue doti umane e professionali. Una persona solare, che trasmetteva tranquillità e serenità, che affrontava il lavoro pur complesso dettato dalle quotidiane mille sollecitazioni con calma e lucidità, un professionista vero. Affidabile e sempre disponibile, ascoltava e cercava di capire come rispondere all’esigenza del momento, ma anche con la visione della prospettiva. Si prodigava senza risparmiarsi con la serenità che poche persone hanno, una bella persona che mancherà a tutti. Un amico vero. Lo sconforto è tanto. Alla moglie e ai due piccoli figli il mio cordoglio più sincero. Ciao Alberto e grazie di cuore per tutto”. L’assessore al turismo del Comune di Firenze, Cecilia Del Re, ha invece dichiarato: “tutti coloro che hanno lavorato insieme ad Alberto fino all’ultimo sono costernati per questa notizia tragica. Eravamo insieme a lui a un evento sul turismo recentissimamente e in ogni occasione si dimostrava sempre disponibile ad affiancare le amministrazioni e ad affrontare i problemi con spirito costruttivo”.

Scompare a 47 anni Alberto Peruzzini, aveva contribuito a promuovere l'immagine della Toscana nel mondo
Scompare a 47 anni Alberto Peruzzini, aveva contribuito a promuovere l'immagine della Toscana nel mondo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER