Scoperte da una ricercatrice le Historiae di Seneca il Vecchio


Il direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli ha annunciato la scoperta delle Historiae di Seneca il Vecchio da parte di una ricercatrice dell’Università di Napoli.

Il direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli, Francesco Mercurio, ha annunciato che a Ercolano sono state scoperte le Historiae di Seneca il Vecchio.

Una giovane papirologa e ricercatrice dell’Università Federico II di Napoli, Valeria Piano, ha riconosciuto il testo delle Historiae ab initio bellorum civilium in uno dei più famosi papiri di Ercolano conservato nell’Officina dei Papiri Ercolanesi: il P. Herc. 1067

Il testo di Seneca il Vecchio narra i primi decenni del principato di Augusto e Tiberio e finora non esisteva alcuna notizia diretta di tradizione manoscritta.

Grazie al paziente lavoro di ricomposizione degli scampoli, catalogati con lo stesso numero di inventario e perciò provenienti dallo stesso rotolo, agli studi e alle analisi sul loro contenuto e sui calcoli cronologici, Valeria Piano ha fatto luce su un importante papiro.

Ciò inoltre conferma quanto Villa dei Pisoni con la sua biblioteca fosse un notevole centro di studi fino a poco prima dell’eruzione del Vesuvio.

Fonte: Ansa - Adnkronos

Ph.Credit

Scoperte da una ricercatrice le Historiae di Seneca il Vecchio
Scoperte da una ricercatrice le Historiae di Seneca il Vecchio


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER