Scoperti a Paestum resti di Porta Aurea. Zuchtriegel: “Si avvii un più ampio progetto di valorizzazione”


Durante lavori di scavo per lavori pubblici sono stati scoperti resti di Porta Aurea nel Parco Archeologico di Paestum. Si sta lavorando a un progetto di valorizzazione. 

Ieri mattina, durante lavori pubblici alla linea elettrica, sono stati scoperti nel Parco Archeologico di Paestum, nei pressi di Porta Aurea, l’accesso nord alla città antica, resti della pavimentazione e blocchi in calcare locale di uno dei due pilastri su cui poggiava l’arco della porta. 

A seguito del rinvenimento, gli archeologi della Soprintendenza ha deciso di compiere indagini archeologiche di approfondimento per scoprire di più su questa porzione delle mura di Paestum, finora sconosciute se non da immagini risalenti all’Ottocento.

Questa scoperta avvalora il lavoro di ricerca, restauro e valorizzazione della cinta muraria che il Parco Archeologico di Paestum e Velia sta compiendo nell’ambito dei progetti PON, con l’investimento di circa sei milione di euro volto alla riqualificazione e al riammodernamento dell’area archeologica.  

"Il rinvenimento testimonia che anche la realizzazione di opere pubbliche, costituisce un’occasione importante non solo per la tutela del patrimonio archeologico ma anche per la sua conoscenza. D’intesa con la Direzione del Parco si sta elaborando un progetto di valorizzazione dell’accesso settentrionale della città antica” ha dichiarato Francesca Casule, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino.

“Da circa un anno” ha aggiunto il direttore Gabriel Zuchtriegel "stiamo lavorando intensamente lungo le mura di Paestum, uno dei complessi difensivi meglio conservati dell’Italia antica, lungo circa 5 km. I lavori di pulizia e restauro del tratto ovest delle mura ci hanno fatto scoprire un tempietto dorico in una zona periferica della città antica. È il momento di unire tutti i tasselli in un più ampio progetto di valorizzazione della città antica che coinvolga anche le altre istituzioni territoriali, innanzitutto Soprintendenza e Comune, ma anche i colleghi dell’università di Salerno che da tempo stanno portando avanti un progetto di ricerca sulle fortificazioni di Paestum”.

Inoltre l’amministrazione comunale di Capaccio-Paestum ha confermato l’impegno di restituire alla comunità l’anfiteatro di Paestum, promuovendo un progetto di scavo e la riorganizzazione della viabilità intorno alle mura. 

Scoperti a Paestum resti di Porta Aurea. Zuchtriegel: “Si avvii un più ampio progetto di valorizzazione”
Scoperti a Paestum resti di Porta Aurea. Zuchtriegel: “Si avvii un più ampio progetto di valorizzazione”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER