Eccezionale scoperta di un ricercatore italiano: ritrovata lettera di Galileo contro le teorie della Chiesa sull'universo


Un ricercatore dell’Università di Bergamo ha scoperto nella Royal Society di Londra l’originale manoscritto di Galileo Galilei dove nega le teorie della Chiesa sull’universo

Nella Royal Society di Londra, prestigiosa biblioteca e accademia scientifica, era custodito l’originale manoscritto di Galileo Galilei, dove sono contenute le sue tesi sull’universo che lo portarono a essere accusato di eresia.

Finora la lettera in questione era sempre stata ritenuta perduta: a ritrovarla è stato un ricercatore dell’Università di Bergamo, Salvatore Ricciardo.

Si tratta di un manoscritto lungo sette pagine risalente al 1613, firmato in calce G.G. e indirizzato a Benedetto Castelli, matematico e fisico, in cui Galilei nega per la prima volta la dottrina della Chiesa secondo cui il Sole gira attorno alla Terra.
La lettera presenta numerose correzioni e modifiche, probabilmente compiute per evitare le conseguenze dell’Inquisizione.

Il testo fu inviato nel 1615 all’Inquisizione da Niccolò Lorini, frate domenicano, e la copia della lettera è ora custodita negli Archivi Segreti Vaticani.

Ad annunciare l’eccezionale ritrovamento è stata la rivista scientifica Nature.

Fonte: Repubblica - Agi

Eccezionale scoperta di un ricercatore italiano: ritrovata lettera di Galileo contro le teorie della Chiesa sull'universo
Eccezionale scoperta di un ricercatore italiano: ritrovata lettera di Galileo contro le teorie della Chiesa sull'universo


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER