Si dimette dopo soli 3 mesi l'ad di ItsArt, la “Netflix della Cultura”


Guido Casali, amministratore delegato di ItsArt, rassegna le dimissioni dopo neanche 3 mesi. Adesso la Netflix della cultura si ritrova senza guida.

È durata meno di tre mesi l’esperienza di Guido Casali come amministratore di ItsArt, la piattaforma digitale fortemente voluta dal ministro Dario Franceschini per distribuire contenuti culturali, e da subito ribattezzata la “Netflix della cultura”. Casali, si legge sull’Ansa, avrebbe rassegnato in realtà le sue dimissioni dalla società poco prima di Natale, e la società le avrebbe accolte. Casali era stato nominato ad di ItsArt lo scorso 1° ottobre: nella società, ricopriva anche l’incarico di content director. Le dimissioni sarebbero state rassegnate secondo l’Ansa per divergenze sulle strategie di sviluppo del progetto, ma la società, con una nota inviata questa mattina, ha smentito questa ipotesi e ha parlato di una decisione personale dell’ex amministratore delegato.

Online dallo scorso 31 maggio, la piattaforma, la cui società è partecipata al 51% da Cassa Depositi e Prestiti e al 49% da Chili, ospita spettacoli, film, documentari su mostre e musei, rappresentazioni teatrali. In parte si tratta di contenuti gratuiti e in parte di contenuti a pagamento. La Netflix della cultura però non è mai riuscita a esplodere: nata tra mille polemiche, critiche e interrogativi, in un mercato dove è il vaso di coccio tra importanti vasi di ferro come Rai Play, Sky Arte, Nexo+ e altre piattaforme, stenta ancora a decollare.

Ci sono però cambiamenti all’orizzonte, dato che la Netflix della cultura ha appena stretto un accordo con la società Media Maker, specializzata nella creazione di contenuti audiovisivi, del valore di 1,8 milioni di euro, parte dei quali sotto forma di cambio merci. Media Maker, ha spiegato Milano Finanza, si impegnerà a creare una campagna pubblicitaria per ItsArt, distribuendola sulla propria rete commerciale in posizioni all’aperto a Roma e Milano e in 150 centri commerciali su tutto il territorio nazionale. In cambio, ItsArt regalerà a Media Maker delle gift card per la visione dei contenuti pubblicati sulla piattaforma.

Rimane ora da vedere chi prenderà il posto di Guido Casali. Certo è che i primi sei mesi di vita della Netflix della cultura sono stati davvero tormentati.

Si dimette dopo soli 3 mesi l'ad di ItsArt, la “Netflix della Cultura”
Si dimette dopo soli 3 mesi l'ad di ItsArt, la “Netflix della Cultura”


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Chiusura di Capodimonte, tutti contro Bellenger: “chiuso per assembramenti? Una scusa”
Chiusura di Capodimonte, tutti contro Bellenger: “chiuso per assembramenti? Una scusa”
Museo della Lingua Italiana: al via i lavori entro il 2021. “Sarà il più grande complesso culturale d'Europa”
Museo della Lingua Italiana: al via i lavori entro il 2021. “Sarà il più grande complesso culturale d'Europa”
Castel dell'Ovo s'illumina con i temi della Smorfia e della cultura napoletana
Castel dell'Ovo s'illumina con i temi della Smorfia e della cultura napoletana
Il MiBAC apre alle fondazioni pubblico-private, Accademia accorpata agli Uffizi, Cenacolo Vinciano a Brera
Il MiBAC apre alle fondazioni pubblico-private, Accademia accorpata agli Uffizi, Cenacolo Vinciano a Brera
Viaggio in Italia attraverso le carte geografiche: il flash mob del MiBACT
Viaggio in Italia attraverso le carte geografiche: il flash mob del MiBACT
L'Italia torna dopo vent'anni nel Comitato del Patrimonio Mondiale dell'Unesco
L'Italia torna dopo vent'anni nel Comitato del Patrimonio Mondiale dell'Unesco