Spagna, le piattaforme come Netflix dovranno dare il 5% per il cinema locale


La Spagna recepisce una direttiva europea che obbliga le piattaforme americane a sovvenzionare il cinema europeo: nel paese iberico Netflix e colleghi dovranno dunque dare il 5% per le produzioni locali.

In Spagna il governo ha presentato la nuova Ley del Audiovisual (“Legge dell’audiovisivo”), che recepisce una direttiva europea del 2018, la quale obbliga le piattaforme di streaming statunitensi come Netflix, HBO, Amazon Prime, Disney Plus e altre a dare il loro contributo al cinema europeo, trasmettendo almeno il 30% di contenuti prodotti in Europa e sovvenzionando i fondi nazionali per il cinema. Al momento, oltre alla Spagna, soltanto la Germania, la Svezia e la Danimarca hanno recepito la direttiva. La Spagna lo fa con questa legge, che impone alle piattaforme di destinare il 5% delle entrate generate in Spagna per finanziare film o serie tv europee oppure per sovvenzionare il Fondo de Protección de la Cinematografía dell’Instituto de la Cinematografía y de las Artes Audiovisuales (ICAA).

Il 70% di questi proventi servirà per finanziare progetti di produttori indipendenti (al momento in Spagna si discute sulla definizione da dare all’espressione “produttori indipendenti”) e almeno il 40% dovrà finanziare film o serie in spagnolo o in una lingua ufficiale delle Comunità Autonome della Spagna. La legge inoltre accoglie l’altra misura stabilita da Bruxelles, ovvero l’obbligo, per le piattaforme americane, di dedicare almeno il 30% del loro catalogo a opere europee. Il mondo del cinema spagnolo sta facendo pressione sulle autorità affinché il testo entri in vigore al più presto perché anche da queste misure dipenderà il futuro del cinema locale. La direttiva europea stabilisce peraltro che i singoli paesi possono mantenere i minimi stabiliti dall’Unione Europea, oppure ampliarli. I prossimi passi dell’iter saranno le discussioni parlamentari, e ci si attende l’approvazione definitiva per l’inizio di dicembre.

In Spagna, Netflix ha una base di circa 4 milioni di abbonati (nel paese iberico il costo base per avere accesso alla piattaforma è di 7,99 euro al mese, ma sono previste anche forme di abbonamento da 11,99 e da 15,99 euro al mese). E la legge garantirebbe dunque un gettito molto importante per finanziare il cinema nazionale.

Spagna, le piattaforme come Netflix dovranno dare il 5% per il cinema locale
Spagna, le piattaforme come Netflix dovranno dare il 5% per il cinema locale


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER