Le mani su Ca' Sagredo devono essere smantellate. Quinn: rimangano in città


L’opera Support di Lorenzo Quinn, le mani che sorreggono Ca’ Sagredo a Venezia, devono essere smantellate e sono già state chieste dal Peggy Guggenheim di New York.

Support: le mani, che uscendo dal Canal Grande di Venezia sorreggono l’Hotel Ca’ Sagredo, realizzate da Lorenzo Quinn, dovrebbero essere smantellate perché parte delle opere provvisorie della Biennale d’Arte di Venezia conclusasi il 26 novembre 2017. 

Dopo alcune proroghe, la Soprintendenza avvierà il 30 aprile i lavori di smantellamento. 

Le Mani di Quinn sono già state chieste dal Peggy Guggenheim di New York, ma l’artista è convinto che debbano rimanere nella città di Venezia per protrarre il significato stesso dell’opera: quello di “sostenere” e proteggere la città.

Per questo si sta cercando con i giusti adattamenti di far entrare l’opera di Quinn in un museo o in uno spazio pubblico da recuperare.

Fonte: Ansa

Immagine da Halcyon Gallery

 

Le mani su Ca' Sagredo devono essere smantellate. Quinn: rimangano in città
Le mani su Ca' Sagredo devono essere smantellate. Quinn: rimangano in città


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER