Nasce un nuovo portale per scoprire l'Emilia Romagna, si chiama Tourer.it


Nasce un nuovo portale per conoscere l’Emilia Romagna: si chiama Tourer.it.

Il Segretariato Regionale Emilia Romagna ha creato un nuovo portale per permettere agli utenti di scoprire l’Emilia Romagna direttamente da casa: Tourer.it.

Basato su una mappa interattiva precisa ed affidabile che censisce il patrimonio architettonico tutelato, Tourer.it mette a disposizione le principali informazioni relative ai beni culturali dell’Emilia-Romagna.

Grazie alla collaborazione con il CAI, la Regione Emilia-Romagna, l’APT e l’Atlante Nazionale dei Cammini è possibile visualizzare la rete escursionistica ed i cammini che solcano l’Emilia-Romagna e scoprire i beni e gli alberi monumentali presenti sul percorso o poco distanti da esso. Sono inoltre presenti una selezione di itinerari sviluppati in collaborazione con enti e associazioni attivi sul territorio. In un futuro molto prossimo, inoltre, il viaggiatore stesso potrà creare itinerari personalizzati sulla base dei propri interessi culturali e delle modalità di viaggio preferite (treno, bici, a piedi...).

I beni architettonici appaiono sulla mappa secondo una priorità di visualizzazione che suggerisce una progressiva scoperta del patrimonio culturale diffuso e sono accompagnati da una valutazione che, in via sperimentale, tiene conto del valore storico artistico del bene, del suo contesto paesaggistico, della vicinanza di sentieri ed itinerari storico/culturali, della presenza di bibliografia dedicata nonché dell’interesse che il bene ha suscitato nei cittadini che contribuiscono al Tourer inviando foto e segnalazioni.

Tourer.it vuole essere un sistema aperto, uno strumento che mira a valorizzare il patrimonio culturale grazie ad un continuo aggiornamento delle informazioni; anche il viaggiatore può contribuire all’arricchimento del sito e alla conoscenza del patrimonio attraverso segnalazioni di beni mancanti e l’invio di foto.

Tourer.it è stato sviluppato dal Segretariato Regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali dell’Emilia-Romagna a partire dall’esperienza del WebGIS del patrimonio culturale dell’Emilia-Romagna, un sito sviluppato per rispondere all’emergenza del sisma del 2012 e divenuto strumento di gestione quotidiana al servizio della tutela dei beni culturali. Tramite le mappe del WebGIS è infatti possibile approfondire la conoscenza del patrimonio e gli enti preposti alla gestione del territorio possono richiedere l’accesso accreditato per consultare la documentazione tecnica.

In particolare i beni architettonici presenti nel Tourer sono un’ampia selezione di quelli presenti nel WebGIS, scelti in base alla loro tipologia e visibilità, almeno dall’esterno, e dotati della valutazione già illustrata. Tutti i dati sono pubblicati in forma di open data tramite servizi WEB forniti secondo le specifiche standard OGC più diffusi (WMS, WFS, CSV, GPX, JSON e GeoJSON).

Lo sviluppo dell’interfaccia del Tourer.it dedicata alla scoperta e promozione del patrimonio culturale diffuso nasce nell’ambito del progetto di valorizzazione del Ducato Estense, finanziato grazie al Piano “Cultura e Turismo” del MiBACT.

Per una migliore visualizzazione di questo sito è raccomandato l’utilizzo dei browser Firefox (dalla versione 4 in poi), Chrome (dalla versione 5 in poi), Opera (dalla versione 11.5 in poi), Safari (dalla versione 6 in poi) e in alternativa anche Internet Explorer (dalla versione 10 in poi) o Edge (dalla versione 12 in poi).

Per visitare il sito, cliccate qui. Su YouTube è presente una breve guida del portale che troverete a questo link.

Nell’immagine: la rocca di Canossa

Nasce un nuovo portale per scoprire l'Emilia Romagna, si chiama Tourer.it
Nasce un nuovo portale per scoprire l'Emilia Romagna, si chiama Tourer.it


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER