Trento, imbrattata la facciata neogotica della chiesa di San Pietro


A Trento è stata imbrattata la facciata neogotica della chiesa di San Pietro durante alcune tensioni sorte attorno alla presenza di un gazebo di Forza Nuova.

A Trento, nella notte di venerdì, è stata imbrattata la facciata neogotica della chiesa di San Pietro, edificio risalente al XV secolo (la facciata, invece, fu realizzata tra il 1848 e il 1850 su progetto dell’architetto Pietro Selvatico). L’episodio è stato il culmine di una serie di tensioni sorte attorno all’annuncio della presenza di un gazebo di Forza Nuova davanti alla chiesa, poi regolarmente allestito nella giornata di sabato, altra giornata di tensione, che comunque non è sfociata in scontro aperto perché i reparti mobili di Carabinieri e Questura hanno isolato il gruppo neofascista facendo in modo che i manifestanti riunitisi per protestare contro la sua presenza non potessero raggiungerli. Così, le due parti non sono entrate in contatto.

Non si conosce al momento l’autore dello slogan comparso sulla facciata di San Pietro. Certo è che arrecare danni ai beni comuni per contrastare i rigurgiti fascisti è un’idea tutt’altro che brillante. Scritte simili sono comparse sulle pareti esterne del palazzo sul lato contiguo della piazza, che ospita alcune attività commerciali.

Nell’immagine grande: la chiesa di San Pietro a Trento (foto di Matteo Ianeselli, da Wikimedia Commons). Nella foto piccola: la scritta comparsa in facciata (foto di Enrico Benigni, da Facebook).

Trento, imbrattata la facciata neogotica della chiesa di San Pietro
Trento, imbrattata la facciata neogotica della chiesa di San Pietro


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER