Vandalismo nel Parco di Beverly Pepper a Todi: imbrattate alcune opere


Alcune opere del Parco di Beverly Pepper a Todi hanno subiito atti di vandalismo: sono state imbrattate con vernice.

Il Parco di Beverly Pepper a Todi è stato vittima di vandalismo: alcune opere dell’artista americana sono state imbrattate con vernice nella notte tra l’8 e il 9 novembre. I responsabili dell’atto vandalico sono ancora ignoti. 

Sulla sua pagina Facebook, la Fondazione Progetti Beverly Pepper ha postato immagini delle opere imbrattate, accompagnate da queste parole: “Se queste opere e la natura che le ospita potessero parlare oggi ci chiederebbero di salvarle da chi non ama ciò che lo circonda. Quello che è successo ieri notte ci dice che l’inciviltà è figlia dell’odio e del disagio”. 

Il Parco è stato aperto al pubblico nel settembre 2019 ed è il primo parco monotematico di scultura contemporanea in Umbria, nonché il primo nel mondo dedicato all’artista, scomparsa nel febbraio scorso all’età di 97 anni. Le sculture sono immerse nel verde, creando un percorso naturalistico-urbano che collega il Tempio di Santa Maria della Consolazione con il centro storico. Il Parco consente ai visitatori di godere pienamente dell’interazione tra opera d’arte, paesaggio, monumentalità e contesto urbano.

A disegnare e a progettare il Parco è stata l’artista stessa, che vi ha collocato sedici sculture provenienti dalla sua collezione privata e realizzate dal 1963 al 2018, dando occasione ai visitatori di ripercorrere la sua lunga carriera.  

Vandalismo nel Parco di Beverly Pepper a Todi: imbrattate alcune opere
Vandalismo nel Parco di Beverly Pepper a Todi: imbrattate alcune opere


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma