Vanity Fair realizza copertina in NFT: è la prima volta nell'editoria. Venduta a 25000 dollari


Realizzata da Vanity Fair la prima copertina nel campo dell’editoria in NFT. È stata a venduta a 25000 dollari e la somma è stata interamente devoluta alla onlus che si occupa delle assistenza delle donne afghane arrivate in Italia.

L’NFT sbarca anche nel campo dell’editoria e protagonista di “quest’operazione editoriale senza precedenti”, come è stata definita dalla stessa rivista, è il settimanale Vanity Fair

È infatti uscito il 22 settembre il nuovo numero del magazine con in copertina la nota cantante Elodie. Questa copertina costituisce inoltre la prima operazione in NFT di Vanity Fair ed è la prima volta che una copertina diventa un’opera di questo tipo, complice la nuova tecnologia che in questi ultimi tempi sta prendendo campo. Rielaborata e realizzata tecnicamente dal team della start up Valuart, l’immagine esclusiva di Elodie è stata trasformata “in un bene digitale unico e irripetibile”.

Il direttore della rivista, Simone Marchetti, spiega nel suo editoriale cosa è un NFT e perché ha pensato di realizzare questa operazione inedita nell’ambito editoriale: Un NFT “è un contratto che stabilisce la provenienza, l’autenticità e la proprietà di un bene digitale. Qualcosa che esiste solo in rete ma che è maledettamente reale. Quando si pensa a un NFT, infatti, il primo errore sta nel non capire che il digitale è reale”. E aggiunge: “Il digitale sta diventando sempre più reale. E la sua influenza su di noi è sempre più radicale. Il nostro compito è comprenderlo, forse indirizzarlo, sicuramente non sottovalutarlo. Perché oggi, come nei primi anni del Duemila, non è importante cosa sembra impossibile, ma quando, come e perché sarà possibile”.

L’opera NFT è già stata acquistata a 25mila dollari. La somma è stata interamente devoluta a Pangea, onlus che si occupa dell’assistenza delle donne afghane arrivate in Italia.

 

Vanity Fair realizza copertina in NFT: è la prima volta nell'editoria. Venduta a 25000 dollari
Vanity Fair realizza copertina in NFT: è la prima volta nell'editoria. Venduta a 25000 dollari


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


La vita di Peggy e le sue collezioni raccontate sui social. Prosegue la mission del museo
La vita di Peggy e le sue collezioni raccontate sui social. Prosegue la mission del museo
Musei, Opera Laboratori Fiorentini esce da Civita ed entra in una nuova società, Opera20
Musei, Opera Laboratori Fiorentini esce da Civita ed entra in una nuova società, Opera20
Cinque Terre, dopo undici anni di chiusura la Via dell'Amore riaprirà nel 2023
Cinque Terre, dopo undici anni di chiusura la Via dell'Amore riaprirà nel 2023
Jesi, il Comune cancella parte del murale di Blu, ma rassicura: “verrà ricostruito”
Jesi, il Comune cancella parte del murale di Blu, ma rassicura: “verrà ricostruito”
Londra, una piramide colorata celebra il movimento LGBT e il ritorno alla convivialità
Londra, una piramide colorata celebra il movimento LGBT e il ritorno alla convivialità
Riparte la storica rivista “Critica d'Arte” fondata da Ragghianti e Bianchi Bandinelli. In uscita la nuova serie
Riparte la storica rivista “Critica d'Arte” fondata da Ragghianti e Bianchi Bandinelli. In uscita la nuova serie