Sgarbi è il nuovo presidente del Mart di Rovereto. Il suo incarico a titolo gratuito


Vittorio Sgarbi è il nuovo presidente del Mart di Rovereto. Il suo incarico sarà a titolo gratuito.  

È Vittorio Sgarbi il nuovo presidente del Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. La nomina del noto critico d’arte e personaggio televisivo è stata formalizzata quest’oggi con delibera della giunta provinciale. “Le motivazioni della scelta”, si legge in una nota ufficiale della Provincia Autonoma di Trento, “vanno ricercate nella grande esperienza vantata da Sgarbi nel settore museale e artistico, presupposti ritenuti necessari per rilanciare il Mart in una sfida nazionale e internazionale e in un’ottica di promozione territoriale a vantaggio dell’intera provincia”.

Nei giorni scorsi, Sgarbi era stato a Rovereto dove aveva incontrato il presidente della provincia, Maurizio Fugatti (Lega Nord): si vociferava già di una sua nomina a presidente del Mart, e oggi è giunta l’ufficialità. Secondo lo statuto del Mart, il presidente, nominato dalla giunta provinciale per la durata della legislatura provinciale, svolge la funzione di legale rappresentante del museo, è uno dei cinque componenti del consiglio di amministrazione, ha il compito di adottare provvedimenti urgenti da sottoporre alla ratifica del cda, convoca il cda almeno due volte l’anno, ha prevalenza di voto in caso di parità nelle delibere del cda.

Il presidente Fugatti ha infine sottolineato che Sgarbi presterà il suo incarico a titolo gratuito.

Nella foto: Vittorio Sgarbi, al centro.

Sgarbi è il nuovo presidente del Mart di Rovereto. Il suo incarico a titolo gratuito
Sgarbi è il nuovo presidente del Mart di Rovereto. Il suo incarico a titolo gratuito


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER