Topolino e la Minni Alata, l'omaggio Disney alla celebre statua restaurata di Brescia


Topolino omaggia il ritorno a Brescia e il restauro della Vittoria Alata con una storia a fumetti.

Da oggi è in edicola il nuovo numero di Topolino e una storia a fumetti al suo interno celebra la Vittoria Alata, tra le più straordinarie statue in bronzo di epoca romana, che dopo due anni di restauro è tornata a Brescia. In occasione del suo ritorno a casa, è stata inaugurata anche Incancellabile Vittoria, la nuova installazione monumentale di Emilio Isgrò collocata sulla parete nord della fermata Stazione FS della Metropolitana. 

La storia Topolino e l’avventura della Minni Alata omaggia quindi la famosa scultura e la sua storia: è stata scritta da Roberto Gagnor e disegnata da Valerio Held. Viene raccontato un furto mancato, quello di Trudy e Gambadilegno che entrano come ladri al museo di Santa Giulia di Brescia, ma restano ostaggio di un ologramma didattico che narra la vicenda e il mito della Minni Alata. I due ladri compieranno così un viaggio nel tempo, dall’antica Grecia ai giorni nostri. 

La storia disneyana s’ispira infatti alla Vittoria Alata che arrivò a Brescia durante l’Impero Romano e che venne scoperta nel 1826 durante scavi archelogici nel tempio romano della città.

La Fondazione Brescia Musei e il Comune di Brescia doneranno una copia di questo numero di Topolino a tutti gli studenti di scuola primaria e dell’infanzia di Brescia. 

Topolino e la Minni Alata, l'omaggio Disney alla celebre statua restaurata di Brescia
Topolino e la Minni Alata, l'omaggio Disney alla celebre statua restaurata di Brescia


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER