In arrivo il primo Milano Graphic Festival dedicato al graphic design e all'illustrazione


Dal 25 al 27 marzo 2022 si terrà la prima edizione del Milano Graphic Festival, festival diffuso dedicato al graphic design, all’illustrazione e alle culture visive. I due hub principali saranno BASE Milano e il Certosa Graphic Village.

Dal 25 al 27 marzo 2022 si terrà la prima edizione del Milano Graphic Festival, festival diffuso dedicato al graphic design, all’illustrazione e alle culture visive promosso da SIGNS e h+, a cura di Francesco Dondina. Il festival era in programma a febbraio, ma è stato rinviato di un mese a causa della pandemia, ed era stato annunciato dal nuovo grande murale Quando la città cambia tu guarda i suoi colori lungo oltre 57 metri realizzato su progetto dello studio grafico CamuffoLab in via Varesina a Milano. È previsto durante questi tre giorni un ricco calendario di appuntamenti, tra cui fra mostre, workshop, talk, lecture, studio visit e installazioni, con ospiti italiani e internazionali. 

“La grafica è dappertutto, ovunque ci giriamo: nelle strade e negli spazi pubblici, nelle case, negli uffici, sugli scaffali dei negozi, negli oggetti che utilizziamo quotidianamente e nelle diverse forme di comunicazione. La grafica ha contribuito e contribuisce a costruire l’identità e la cultura di un paese”, così ha dichiarato il curatore Francesco Dondina. "Milano Graphic Festival coinvolgerà un ampio pubblico, non solo di addetti ai lavori ma anche di cittadini, curiosi, appassionati, che verranno guidati, in un’atmosfera di scambio e discussione, alla scoperta del mondo della comunicazione visiva e del ruolo sempre più decisivo che sta assumendo ai nostri giorni". 

Milano Graphic Festival proporrà mostre e iniziative nelle più importanti istituzioni cittadine dedicate ai linguaggi della comunicazione visiva, dell’arte e del design, quali ADI Design Museum Compasso d’Oro, Triennale Milano, Castello Sforzesco, Società Umanitaria, MUBA – Museo dei Bambini Milano, Casa degli Artisti. Saranno coinvolte anche scuole e università, associazioni, gallerie d’arte, librerie e case editrici che promuoveranno progetti speciali e, in alcuni casi, apriranno per la prima volta al pubblico, richiamando graphic designer, art director, illustratori, editori e professori. 

Il festival avrà due hub principali: BASE Milano, punto di riferimento per l’innovazione e la contaminazione culturale situato in zona Tortona, e Certosa Graphic Village, nuovo spazio dedicato alla creatività che, in occasione della manifestazione, prenderà vita nel Certosa District, quartiere nella zona nord-ovest di Milano al centro di una vivace rinascita.

Negli spazi di BASE Milano, SIGNS, l’osservatorio permanente sul visual design che coinvolge oltre cento progettisti e studi grafici italiani, presenterà la mostra SIGNS II. Grafica Italiana Contemporanea. Affiancando nomi autorevoli e giovani promettenti di venticinque studi grafici italiani, SIGNS II intende offrire uno spaccato sullo stato della grafica e del design della comunicazione italiana. Tra i nomi presenti in mostra, Salvatore Gregorietti, Andrea Rauch, Paolo Tassinari, Paola Lenarduzzi, Silvana Amato, La Tigre e Franco Achilli.

Il Certosa Graphic Village sarà invece uno spazio performativo temporaneo di 3.000 metri quadrati dedicato alla creatività contemporanea dove, nella mostra Generazione YZ, i designer under-30 avranno la possibilità di lavorare a un progetto speciale di grafica urbana. Qui si terranno la prima assemblea degli stati generali delle scuole di visual design italiane, a cura di Franco Achilli, e alcune mostre sui maestri del visual design, come quella dedicata al grafico statunitense John Alcorn, incentrata sui lavori realizzati dagli esordi agli anni 70, in America e in Italia, a cura di Marta Sironi, e al designer italiano Albe Steiner, con una selezione dei manifesti più rappresentativi della sua opera, a cura di Anna Steiner, Franco e Matteo Origoni.

Il Village sarà inoltre il luogo dedicato agli incontri, alle esperienze e alla ricerca: talk con designer italiani e internazionali, project room, lecture tematiche, performance e workshop animeranno un ricco programma dedicato a professionisti, studenti e persone di ogni età appassionati di visual design.

Per maggiori info: www.milanographicfestival.com

Immagine: CamuffoLab e SIGNS, Quando la città cambia tu guarda i suoi colori, Certosa District, Milano © Silvia Galliani 

In arrivo il primo Milano Graphic Festival dedicato al graphic design e all'illustrazione
In arrivo il primo Milano Graphic Festival dedicato al graphic design e all'illustrazione


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Oscar 2021, trionfa Nomadland: miglior film e altre due statuette. Niente per l'Italia
Oscar 2021, trionfa Nomadland: miglior film e altre due statuette. Niente per l'Italia
Inedita visita serale alla Palazzina di Caccia di Stupinigi
Inedita visita serale alla Palazzina di Caccia di Stupinigi
Al via la XVI edizione di LuBeC: quest'anno sarà possibile seguirla in presenza e online
Al via la XVI edizione di LuBeC: quest'anno sarà possibile seguirla in presenza e online
Zerocalcare prof per un giorno al MAXXI di Roma
Zerocalcare prof per un giorno al MAXXI di Roma
CAMERA di Torino festeggia i suoi primi cinque anni con un ricco programma di eventi
CAMERA di Torino festeggia i suoi primi cinque anni con un ricco programma di eventi
Torna oggi “Invito a Palazzo”: le banche italiane aprono le loro collezioni d'arte
Torna oggi “Invito a Palazzo”: le banche italiane aprono le loro collezioni d'arte