Le bolle di sapone arrivano alla Galleria Nazionale dell'Umbria. Fisicamente. Per la mostra sulle Bolle nell'arte


Programma delle attività collaterali della mostra ’Bolle di sapone. Forme dell’utopia tra vanitas, arte e scienza’ alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia.

Un ricco programma di attività collaterali accompagna, alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia, la mostra Bolle di sapone. Forme dell’utopia tra vanitas, arte e scienza, a cura di Michele Emmer e Marco Pierini e in programma dal 16 marzo al 9 giugno 2019. Ci saranno anche eventi che porteranno le bolle di sapone, a cui la mostra è dedicata, fisicamente all’interno del museo. Soffiare bolle di sapone, del resto, è da sempre un divertimento, ma non solo. La valenza delle bolle di sapone, capaci di unire arte, scienza e divertimento, ha spinto la Galleria Nazionale dell’Umbria a prevedere una serie di attività culturali collaterali per tutta la durata dell’esposizione: spettacoli e performance dal vivo, visite guidate, laboratori didattici per adulti e bambini e incontri tematici scandiranno tutto il periodo delle bolle di sapone in Galleria. Di seguito tutto il programma delle attività. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito della Galleria Nazionale dell’Umbria.

Visite guidate: tutti i fine settimana dal 23 marzo al 9 giugno
Il sabato, Scoprendo le Bolle di Sapone, per adulti, alle ore 18:00: un percorso storico artistico alla scoperta delle opere in mostra, dedicate all’universo iconografico delle Bolle che con inaspettata frequenza e ininterrotta continuità, si snoda dal Cinquecento fino ai giorni nostri. Simbolo della caducità della vita umana, ispirazione nella composizione artistica delle Vanitas, interesse scientifico e coinvolgimento fisico nei modelli architettonici contemporanei, impiego nel mondo del design per stampe e locandine pubblicitari, le bolle di sapone sono state capaci di arrivare fino ai giorni nostri senza conoscere periodi di sfortuna, sapendosi adattare al mutare dei tempi e delle esigenze iconografiche. Alcune visite saranno anche in lingua inglese, vista la presenza di opere concesse in prestito dalle più importanti istituzioni nazionali e internazionali. Una dimostrazione scientifica all’interno del laboratorio didattico allestito nell’ambito dell’esposizione, permetterà anche di toccare con mano alcuni aspetti fisici e matematici delle fragili e fluttuanti lamine saponate.

La domenica, Giocando con le Bolle di Sapone, per bambini, ore 17:00. acqua, sapone, soffiare magari un poco, e quell’universo di piccoli pianeti colorati volava di nuovo nell’aria. Ed alcune bolle resistevano a lungo senza scoppiare e volavano lontano, chissà dove andavano? E ogni volta che erano scoppiate tutte ed alcune erano volate lontano invisibili, il bambino ne faceva altre ed erano sempre di più, decine, centinaia di bolle che volavano.

Laboratori per bambini
Sono pensati per due fasce d’età. La prima dai 4 ai 6 anni: i bambini verranno guidati nel percorso artistico delle Bolle di Sapone attraverso un avvincente racconto fantastico (a cura di personale interno, Atlante Servizi Culturali e Sistema Museo), cui seguirà l’esplorazione di questo magico mondo di trasparenze (a cura di Psiquadro). La seconda, dai 7 agli 11 anni: un percorso guidato all’inaspettata scoperta delle opere artistiche che sin dal Cinquecento hanno avuto a tema le Bolle di Sapone, ma anche il loro fondamentale ruolo nelle ricerche settecentesche sulla rifrazione della luce e sui colori,sulle successive teorie sulle superfici minime o sulle forme di aggregazione organica della materia. Nel laboratorio didattico a cura di Psiquadro sarà possibile toccare con mano attraverso esperimenti e giochi, alcuni dei fenomeni chimico-fisici connessi alle lamine saponate. Il calendario: domenica 31 marzo 7-11 anni; domenica 7 aprile 4-6 anni; domenica 14 aprile 4-6 anni; domenica 28 aprile 7-11 anni; domenica 5 maggio 7-11 anni; domenica 12 aprile 4-6 anni; domenica 19 aprile 7-11 anni; domenica 2 giugno 7-11 anni. Le attività didattiche saranno organizzate dal personale della Galleria Nazionale dell’Umbria in collaborazione con Atlante Servizi Culturali Soc. Coop, Sistema Museo Soc. Coop. e Città del Sole e Associazione Siriparte.

Spettacolo teatrale Experience di Pep Bou
Prima occasione di una proficua collaborazione con Teatro Stabile dell’Umbria e nell’ambito della Rassegna “Smanie di Primavera”, martedì 30 aprile alle ore 21:00, al Teatro Morlacchi di Perugia, Pep Bou sarà in scena con il suo affascinante universo di bolle di sapone. Le esperienze di Pep Bou portano gli spettatori in un viaggio alla ricerca di sogni poetici, usando tre elementi semplici ma essenziali: sapone, acqua e musica dal vivo. Lo spettacolo è il prodotto di quasi quattro decenni di sperimentazione con le conoscenze teoriche e pratiche del mondo della fisica. La performance, con tocchi memorabili, è una dimostrazione impressionante della costante ricerca intrapresa da questo creatore e alchimista nel suo laboratorio. Una sintesi senza precedenti di un linguaggio audiovisivo e teatrale che ha sbalordito e stupito il pubblico in tutti i continenti.  Una performance unica, creata da un artista eccentrico e distintivo che ha creato il proprio linguaggio scenico.

Bolle e bollicine
Un giovedì al mese alle ore 18.00: un tour alla mostra “Bolle di Sapone” della durata di 40 minuti, che si concentra su una selezione di opere che rappresentano diverse tematiche (Homo bulla est; il Seicento olandese; l’epoca d’oro delle bolle tra arte e scienza; le bolle di sapone nell’arte e nell’architettura contemporanee) e incoraggia i visitatori a esplorare l’esposizione per conto proprio. Aseguire una degustazioni dei Bollicine in collaborazione con Cantina Scacciadiavoli e T-Trane Record Store.

Ciclo di incontri Bolle di Sapone approfondimenti
Al fondamentale ruolo giocato dalle bolle di sapone nel campo scientifico, a partire dalle ricerche settecentesche sulla rifrazione della luce e sui colori, fino a quelle successive circa le teorie sulle superfici minime o sulle forme di aggregazione organica della materia, è dedicato un ciclo di incontri nell’aula didattica al 3° piano della Galleria Nazionale dell’Umbria, che prevede contributi di matematici e scienziati che hanno dedicato i loro studi a questa tematica. E ancora, le bolle di sapone nei manifesti pubblicitari, nelle fotografie e nel cinema, perché l’iconografia delle bolle di sapone incontra traduzioni libere e variegate, ora divertenti, ora fantasiose, senza particolari simbolismi o speculazioni, improvvise, veloci e leggere come le pubblicità devono essere (e come le bolle di sapone sono).

Encuentro in Galleria
Sabato 4 maggio alle ore 12:00, Le bolle di Nona, la scrittrice cilena Nona Fernandez, una delle voci imprescindibili dell’attuale letteratura ispanoamericana racconta una selezione delle opere esposte.

Kidsbit in Galleria
Sabato 8 e Domenica 9 Giugno torna la collaborazione con il Festival Kidsbit che dedica questa edizione al Pianeta Terra: KIDSBIT CHIAMA TERRA!. Installazioni artistiche interattive, laboratori, giochi e spettacoli, tante sorprese anche nell’ambito della mostra Bolle di Sapone.

Accompagnano l’esposizione il catalogo scientifico della mostra, a cura di Michele Emmer e Marco Pierini, edito da Silvana Editoriale, e il libro Bolle BOLLE, BOLLE a cura di Michele Emmer, illustrato da Francesca Greco, edito da Aguaplano. “C’era una volta un bambino, che si chiamava Akim, e mentre si lavava le mani, ad un certo punto vide una cosa che non aveva mai visto prima. Una piccola sfera volava in aria davanti ai suoi occhi… volava e ruotava nell’aria, quella cosa si comportava come se fosse quasi viva, era contenta di volare qua e là, e saliva, saliva... E la storia delle bolle continuerà... Senza fine, senza che quegli oggetti antichi e modernissimi si modifichino mai. Pur essendo le bolle tutte rigorosamente diverse tra loro. Una storia che val la pena di raccontare e continuare a raccontare, tanto, se una bolla scoppia, se ne fa subito un’altra ancora più bella!”

Le bolle di sapone arrivano alla Galleria Nazionale dell'Umbria. Fisicamente. Per la mostra sulle Bolle nell'arte
Le bolle di sapone arrivano alla Galleria Nazionale dell'Umbria. Fisicamente. Per la mostra sulle Bolle nell'arte


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER