La mostra su Donatello supera i 100mila visitatori. Ed esce un libro sulle sue opere in Toscana


Supera i 100mila visitatori la grande mostra su Donatello a Firenze. E adesso esce un libro, “Donatello in Toscana. Itinerari”, per portare il pubblico alla scoperta delle opere di Donatello conservate nella regione.

Oltre passa la soglia dei centomila visitatori la grande mostra Donatello, il Rinascimento in corso fino al 31 luglio a Palazzo Strozzi e al Museo Nazionale del Bargello di Firenze (qui la nostra recensione). Al successo della mostra, fanno sapere da Palazzo Strozzi, stanno contribuendo il fortissimo coinvolgimento dei visitatori su tutte le piattaforme social e sull’hashtag ufficiale #donatelloilrinascimento e anche il grande apprezzamento di stampa e critica per l’alto livello dell’esposizione dal punto di vista sia scientifico sia allestitivo.

La mostra si espande inoltre in tutta la città di Firenze e nella Regione Toscana grazie anche alla collaborazione con le più importanti istituzioni culturali del territorio, tra cui spiccano l’Opera di Santa Maria del Fiore, l’Opera di Santa Croce, l’Opera Medicea Laurenziana e l’Opera della Metropolitana di Siena, che custodiscono fondamentali capolavori inamovibili dell’artista. La Fondazione Palazzo Strozzi propone infatti la speciale iniziativa Donatello in Toscana, un progetto che mira alla valorizzazione del patrimonio artistico regionale, promosso e organizzato da Fondazione Palazzo Strozzi con il contributo di Città Metropolitana di Firenze e Beyfin S.p.A con media partner La Nazione. Nell’ambito di questa iniziativa nasce anche il libro Donatello in Toscana. Itinerari, una pubblicazione edita da Marsilio Arte e a cura di Francesco Caglioti, che verrà presentata lunedì 27 giugno alle ore 18 presso la sala Altana di Palazzo Strozzi a Firenze (l’evento è sold out e sarà possibile seguirlo dai canali social di Palazzo Strozzi). Il libro propone un viaggio tra le opere di Donatello conservate nella regione, attraverso testi dedicati a venti diversi luoghi e un ricco apparato iconografico. La pubblicazione si pone all’interno del progetto Donatello in Toscana, che ha visto la creazione di una mappa fisica e digitale per esplorare tutta la Toscana sulle tracce del “maestro dei maestri”.

Il libro ripercorre le opere di Donatello presenti in venti luoghi della Toscana, alcune delle quali esposte a Palazzo Strozzi fino al 31 luglio 2022, nello specifico, a Firenze: Museo Nazionale del Bargello, Orsanmichele, Basilica di San Lorenzo, Basilica di Santa Croce, Opera di Santa Maria del Fiore (con Battistero, Cattedrale, Museo dell’Opera del Duomo), Museo di Palazzo Vecchio, Museo Stefano Bardini, Chiesa di Santa Trìnita; ad Arezzo: Cattedrale; a Pisa: Museo Nazionale di San Matteo; a Pontorme: Chiesa di San Martino; a Prato: Museo dell’Opera del Duomo e Cattedrale, Museo di Palazzo Pretorio; a Siena: Opera della Metropolitana di Siena (Battistero, Duomo, Museo dell’Opera del Duomo); a Torrita di Siena: Chiesa delle Sante Flora e Lucilla.

“Nella tradizione del Fuorimostra di Palazzo Strozzi che in occasione di ogni rassegna propone itinerari in tutta la Toscana per creare connessioni tra l’esposizione in corso e musei, istituzioni culturali e partner del territorio”, dichiara Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, “il volume diviene l’espressione di uno dei valori cardine della Fondazione Palazzo Strozzi: la valorizzazione dell’area metropolitana di Firenze e di tutta la regione grazie alle ricerca di sinergie e collaborazioni che stimolino la promozione culturale del territorio”.

“Con il contributo alla Fondazione Palazzo Strozzi la Città Metropolitana di Firenze conferma e rafforza il proprio impegno a supporto delle istituzioni culturali del suo territorio”, dichiara Letizia Perini, Consigliera metropolitana con delega alla cultura per la Città Metropolitana di Firenze - La grande mostra che Palazzo Strozzi dedica a Donatello, e ora il prezioso volume a cura di Francesco Caglioti su Donatello in Toscana, sono occasioni importanti di collaborazione per indurre appassionati e visitatori ad allargare lo sguardo ai tanti luoghi segnati dal fondamentale artista: in città, nel territorio metropolitano e nella Toscana tutta".

“È stata immediata l’idea di sostenere questa iniziativa che rappresenta la Toscana intera”, spiega Beatrice Niccolai, ad del Gruppo Beyfin S.p.A. “Il Fuorimostra di Palazzo Strozzi rispecchia l’anima di Beyfin che è toscana, vista la sua capillare presenza nelle varie province della regione. Valorizzare le peculiarità del territorio è il nostro modo di fare impresa nel settore delle energie, in Toscana, come nelle altre regioni italiane dove siamo presenti”.

“Il lavoro di Francesco Caglioti”, dichiara la direttrice de La Nazione, Agnese Pini, “consente a ciascuno di noi di conoscere e di apprezzare i luoghi della Toscana attraverso la visione di un grandissimo artista, quel Donatello che in ogni sua opera ha messo tutta la sua umanità, disseminando la bellezza delle sue creazioni in molte città e della regione. E conoscere e far conoscere questi magnifici luoghi è proprio quello che La Nazione tenta di fare ogni giorno con il lavoro dei suoi giornalisti, impegnati a raccontare le aspirazioni di un territorio in costante evoluzione”.

Immagine: allestimenti della mostra Donatello, il Rinascimento. Foto di Ela Bialkowska - OKNO Studio

La mostra su Donatello supera i 100mila visitatori. Ed esce un libro sulle sue opere in Toscana
La mostra su Donatello supera i 100mila visitatori. Ed esce un libro sulle sue opere in Toscana


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER