L'Ucraina si prepara a partecipare alla prossima Esposizione Internazionale alla Triennale di Milano


L’Ucraina parteciperà alla 23. Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries alla Triennale di Milano. Una mostra e una serie di incontri anticipano il Padiglione ucraino. 

Mercoledì 27 aprile inaugurerà alle ore 18.30 alla Triennale di Milano la mostra Ukrainian Realism, visitabile al pubblico fino al 22 maggio 2022. L’esposizione rientra nel progetto Planeta Ukrain che prevede una serie di incontri, riflessioni, dialoghi con artisti, intellettuali e scienziati ucraini in preparazione del Padiglione dell’Ucraina alla 23. Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries, che si terrà dal 15 luglio all’11 dicembre 2022. La Triennale di Milano è l’unica istituzione culturale internazionale a far parte dal 1928 del BIE Bureau International des Expositions e garantirà, insieme a quella di molti altri paesi che hanno aderito alla prossima Esposizione, la presenza del Padiglione dell’Ucraina, che sarà curato dallo scrittore Gianluigi Ricuperati con l’attrice Lidiya Liberman e la pianista Anastasia Stovbyr.

Ukrainian Realism riunirà le opere pittoriche, ottenute in prestito per gentile concessione del Teatro della Cooperativa, realizzate da pittori ucraini degli anni Settanta e Ottanta del Novecento, tra cui Anatoliy Shapovalov Gavrilovic, Dovzhenko Anatoly Ivanovich, Vadim Demjanovich Valigura. Immagini influenzate dal realismo socialista, che ritraggono le fabbriche, le scuole, i campi e le città quasi come scatti fotografici.

A partire dalle ore 18.30 del 27 aprile, è inoltre in programma l’incontro sul tema arte e fotografia. Interverranno personalità ucraine tra cui l’artista Nikita Kadan, l’artista e scrittrice Yevgenia Belorusets, la disegnatrice Sasha Sinimova, la fotografa Valerish (pseudonimo di Valeria Shashenok), il compositore Albert Saprykin e il direttore della fotografia Nastya Roshuk. Insieme a questa selezione ci saranno anche esponenti della cultura internazionale, tra cui la direttrice del Castello di Rivoli Carolyn Christov-Bakargiev e il direttore artistico delle Serpentine Galleries Hans Ulrich Obrist. L’incontro si concluderà con la proiezione di alcune sequenze di tre film che vengono presentati per la prima volta fuori dall’Ucraina, e che sono rappresentativi del cinema ucraino contemporaneo: After a fire (2014) di Andranik Berberyan, Carpet (2019) di Natalia Kiselyova, Julia (2021) di Catherine Lemeshynska.

Durante la 23. Esposizione Internazionale, il padiglione ucraino sarà diffuso negli spazi interni ed esterni di Triennale Milano, e vedrà protagonisti importanti artisti ucraini, tra cui l’artista e fotografo Boris Michajlov, l’artista Nikita Kadan, la disegnatrice Sasha Sinimova, la fotografa e scrittrice Yevgenia Belorusets.

L’incontro di mercoledì 27 aprile alle 18.30 è organizzato in collaborazione con l’Agenzia di Stato per le arti e la cultura al Ministero della Cultura ucraino. Ingresso libero con registrazione obbligatoria per il pubblico su eventrbrite

Foto di Gianluca Di Ioia

L'Ucraina si prepara a partecipare alla prossima Esposizione Internazionale alla Triennale di Milano
L'Ucraina si prepara a partecipare alla prossima Esposizione Internazionale alla Triennale di Milano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE