Visite guidate alla Fortezza da Basso


Dopo il successo ottenuto l’estate scorsa, tornano le visite guidate alla fiorentina Fortezza da Basso. Ecco le tre date.

A seguito del grande successo della scorsa estate, tornano le visite guidate alla Fortezza San Giovanni, altrimenti nota come Fortezza da Basso. Il fortilizio mediceo apre nuovamente al pubblico per mostrarsi ai suoi visitatori. 

“Fu sollecitato il Duca Alessandro dallo zio Pontefice a fabbricare una Fortezza...”: così le antiche cronache ricordano la fondazione del Forte San Giovanni, la cui progettazione fu affidata ad Antonio da Sangallo il giovane. Destinata a una doppia funzione di difesa dai nemici esterni e interni, la fortezza mostra ancor oggi gran parte dell’originaria struttura che ingloba anche la medievale porta Faenza. Durante la visite, a cura di MUS.E, sarà possibile comprendere l’architettura e le strategie difensive, ammirare la città dall’alto del mastìo e percorrere una parte del camminamento di ronda sotterraneo. Un percorso attraverso i secoli, dal medioevo alle trasformazioni lorenesi fino alla rinascita, grazie agli interventi di recupero e ammodernamento degli spazi a cura di Firenze Fiera.

L’apertura del percorso storico rientra nel progetto di valorizzazione e riscoperta del sistema difensivo della città di Firenze: dopo la riapertura nel 2011 della Torre di San Niccolò, si sono aggiunte nel corso degli anni la Torre della Zecca, Porta Romana, il Forte di Belvedere e il Baluardo a San Giorgio.

Sarà possibile visitare la Fortezza da Basso nei giorni 6 luglio, 31 agosto e 7 settembre alle ore 9.30, 10.30 e 11.30.

Visite guidate alla Fortezza da Basso
Visite guidate alla Fortezza da Basso


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER