Visite guidate gratuite a Palazzo Brugiotti alla scoperta della Quadreria della Fondazione Carivit


Il 31 gennaio e il 7 febbraio 2020 si organizzano visite guidate gratuite a Palazzo Brugiotti di Viterbo che custodisce la Quadreria della Fondazione Carivit.

Venerdì 31 gennaio e venerdì 7 febbraio 2020 si terranno visite guidate gratuite, organizzate dalla Fondazione Carivit, a Palazzo Brugiotti e alla Quadreria della Fondazione Carivit di Viterbo.

Un’occasione per scoprire la storia della famiglia Brugiotti e il palazzo eretto nel pieno centro storico della città alla fine del Cinquecento per volere del cardinale Alessandro Farnese. L’antico edificio ospita la Quadreria della Fondazione Carivit che riunisce opere di Matteo Giovannetti, Cesare Nebbia, Giovan Francesco Romanelli, Domenico Corvi, Marco Benefial, Anton Angelo Bonifazi e altri significativi artisti viterbesi o legati alla città. 

Le visite guidate si svolgeranno in due turni: la mattina alle ore 11 e il pomeriggio alle 17. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione, scrivendo a museoceramicatuscia@fondazionecarivit.it, telefonando al numero 0761 223674 o direttamente presso il Museo della Ceramica della Tuscia. Punto di ritrovo per le visite guidate gratuite sarà proprio il Museo della Ceramica della Tuscia, circa dieci minutu prima dell’inizio delle visite.

Nell’immagine, Palazzo Brugiotti, Viterbo 

Visite guidate gratuite a Palazzo Brugiotti alla scoperta della Quadreria della Fondazione Carivit
Visite guidate gratuite a Palazzo Brugiotti alla scoperta della Quadreria della Fondazione Carivit


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma