Tutte le domeniche di ottobre visite guidate gratuite alla Piramide Cestia


La Soprintendenza Speciale di Roma promuove un ciclo di aperture straordinarie della Piramide di Caio Cestio. Tutte le domeniche di ottobre con visite guidate gratuite su prenotazione. 

La Soprintendenza Speciale di Roma, diretta da Daniela Porro, promuove un ciclo di aperture straordinarie della Piramide di Caio Cestio, dopo il grande riscontro avuto in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio.

Le visite guidate, coordinate dall’archeologa Barbara Rossi responsabile del sito, saranno tre ogni domenica, a intervalli di un’ora, alle 10, alle 11 e alle 12, per un numero massimo di 25 persone per ogni turno. Le visite sono ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria, compilando l’apposito modulo che verrà reso disponibile ogni martedì su www.soprintendenzaspecialeroma.it

La Piramide Cestia è l’unico monumento superstite di una serie presente a Roma nel I sec. a.C. quando l’edilizia funeraria venne interessata dalla moda sorta dopo la conquista dell’Egitto nel 31 a.C.
Caio Cestio, uomo politico romano e membro del collegio sacerdotale degli epuloni, dispose nel testamento che la costruzione del proprio sepolcro, in forma di piramide, avvenisse in 330 giorni. La tomba venne innalzata lungo la Via Ostiense, nel periodo tra il 18 e il 12 a.C. La Piramide venne poi successivamente inglobata nella cinta muraria costruita tra il 272 e il 279 su iniziativa dell’imperatore Aureliano.

La struttura, alta 36,40 metri con una base quadrata di 29,50 metri di lato, è composta da un nucleo di opera cementizia con cortina di mattoni; il rivestimento esterno è costituito da lastre in marmo lunense.

La camera sepolcrale, con volta a botte, fu murata al momento della sepoltura, secondo l’usanza egiziana. Le pareti sono decorate a fresco secondo uno schema decorativo a pannelli, all’interno dei quali si distinguono, su fondo chiaro, figure di ninfe alternate a vasi lustrali. In alto, agli angoli della volta, quattro Vittorie alate portano tra le mani una corona e un nastro; al centro in origine doveva essere una scena di apoteosi raffigurante il titolare del sepolcro.

“Questa riapertura si inserisce nel lavoro che la Soprintendenza Speciale di Roma sta portando avanti capillarmente nei siti archeologici e i monumenti che non sono aperti in modo ordinario al pubblico”, ha dichiarato la Soprintendente Daniela Porro. “Un’occasione per i tanti cittadini che vogliono conoscere qualcosa di più sulla Piramide di Caio Cestio, un monumento archeologico simbolo del tessuto urbano della Capitale e protagonista della grande Storia”.

Foto di Soprintendenza Speciale di Roma.

Tutte le domeniche di ottobre visite guidate gratuite alla Piramide Cestia
Tutte le domeniche di ottobre visite guidate gratuite alla Piramide Cestia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020