Il Gip di Pesaro dispone il sequestro dell'Atleta di Lisippo: il Getty di Malibu deve restituirlo all'Italia


L’Atleta di Fano, conosciuto anche come l’Atleta Vittorioso, è una scultura in bronzo, del quarto secolo a.C., attribuita all’artista greco Lisippo: venne ripescata nel 1964 da un peschereccio al largo di Fano e, successivamente, venduta illegalmente al Getty Museum di Malibù, California. Per anni l’Italia ha chiesto la sua restituzione e ora, dopo tante battaglie legali, la situazione è cambiata.

Secondo Adnkronos, il merito va attribuito alla trasmissione di Rai 1 “Petrolio” che, nella puntata “Ladri di Bellezza” andata in onda mercoledì 6 giugno, ha ricostruito tutta la storia della statua e ha mandato in onda un’intervista del presentatore Duilio Giammaria al direttore del Getty, Timothy Potts. La magistratura italiana, quindi, ha riconosciuto che l’Atleta di Fano è stato contrabbandato illegalmente dall’Italia e che la Fondazione Getty, che lo aveva acquistato nel 1977 per 4 milioni di dollari, aveva ben chiaro all’atto dell’acquisto che la provenienza del prezioso bronzo era italiana, essendo stata pescata in acque territoriali e appartenente allo Stato italiano, e che pertanto l’opera non poteva essere venduta. Il Gip di Pesaro, Giacomo Gasparini, ha disposto il sequestro immediato della statua.

“Per noi è un grandissimo orgoglio” dichiara Duilio Giammaria, giornalista e conduttore di “Petrolio”, che aggiunge "la decisione del giudice che dispone la confisca di questa opera d’arte unica al mondo è il risultato del lavoro congiunto di tutte le istituzioni italiane che hanno lavorato per ottenere questo risultato: i Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio, guidati dal generale Fabrizio Parrulli, il MiBact, l’associazione ’Cento Città di Fano’, l’avvocato Lorenzo D’Ascia dell’Avvocatura di Stato, che insieme alla Procura di Pesaro ha difeso il diritto italiano sulla scultura. Un successo del sistema Italia, a cui noi abbiamo dato un contribuito ma che soprattutto la Rai con ’Petrolio’ ha illuminato".
“Siamo felicissimi”, conclude Giammaria, “perché questa inchiesta è stata molto impegnativa ed è stata realizzata con grande attenzione ai costi. Ma la cosa più importante è che per noi questa vicenda è la quintessenza di servizio pubblico. Ed è la giusta risposta a chi dice che il giornalismo d’inchiesta è finito. No, è vivo e vegeto. Certo, bisogna avere i mezzi per farlo e per questo ringraziamo la Rai che ci ha messo in condizione di portare a casa un programma come questo e di contribuire a un grande risultato per l’Italia”.

Nella foto, l’atleta di Lisippo. Ph. Credit Dave & Margie Hill

Il Gip di Pesaro dispone il sequestro dell'Atleta di Lisippo: il Getty di Malibu deve restituirlo all'Italia
Il Gip di Pesaro dispone il sequestro dell'Atleta di Lisippo: il Getty di Malibu deve restituirlo all'Italia

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili