Il ministro Bonisoli: anche i cinepanettoni e il Grande Fratello sono cultura


Il ministro dei beni culturali Alberto Bonisoli, intervenendo ieri alla trasmissione Un giorno da pecora su Rai Radio 1, ha voluto meglio rimarcare il suo concetto di cultura, già oggetto di diversi interventi negli ultimi giorni, durante i quali l’attuale ministro non ha fatto mistero di ritenere che tutto sia cultura e che non ci siano una cultura alta e una cultura bassa. “Noi possiamo lavorare molto proprio sul concetto di cultura”, ha affermato il ministro nel corso della trasmissione. “È qualcosa che è correlato, ma fino a un certo punto, all’economia. Perché secondo me abbiamo un po’ bisogno di riscoprire una libertà nel scegliere il tipo di cultura che vogliamo. Si è un po’ troppo distinto in passato secondo me tra cultura alta e cultura bassa. La cultura è quello che uno piace e che uno sceglie. Mi piacerebbe che ci fosse una massima libertà, non è che c’è un genere che va e l’altro che va”.

Quando i conduttori hanno chiesto al ministro se per lui anche i cinepanettoni sono cultura, Bonisoli ha risposto: “certamente. In Italia siamo specializzati nello scoprirlo dopo. Totò era un grande dopo, Franco e Ciccio dopo”. Stesse considerazioni per il Grande Fratello: “se a qualcuno interessa quel tipo di offerta culturale o di programma, gli piace e se ne fa una narrazione, quella può essere un’offerta culturale. Tutto può essere cultura”.

Nell’immagine: il ministro Bonisoli a Un giorno da pecora

Il ministro Bonisoli: anche i cinepanettoni e il Grande Fratello sono cultura
Il ministro Bonisoli: anche i cinepanettoni e il Grande Fratello sono cultura

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter: niente spam, una sola uscita settimanale per aggiornarti su tutte le nostre novità!








Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Barocco     Cinquecento     Quattrocento     Firenze     Genova     Roma    

Strumenti utili