Importante scoperta a Roma, alla Domus Aurea torna alla luce Sala della Sfinge


Roma, scoperta alla Domus Aurea una sala della sfinge, con decorazioni murali databili a un periodo compreso tra il 65 e il 68 d.C.

Importante scoperta archeologica a Roma, dove è tornata alla luce una Sala della Sfinge alla Domus Aurea. La sala è stata così ribattezzata per via della presenza di una piccola sfinge alata su un piedistallo raffigurata nelle decorazioni murali, colme di eleganti figure che occupano riquadri bordati di oro e rosso (tra le altre, quella del io Pan, un personaggio armato che lotta con una pantera, animali acquatici reali o di fantasia). Il tutto è attraversato da motivi vegetali: esili ghirlande e cespi che terminano in foglioline e steli di colore verde, giallo e rosso, festoni e forse frutti, compongono un paesaggio surreale popolato da uccellini ritratti in differenti pose. Le decorazioni sono state attribuite alla cosiddetta “Bottega A” che fu attiva in un periodo compreso tra il 65 e il 68 d.C.

La scoperta è stata effettuata negli ultimi mesi del 2018, ed è emersa nel corso dei restauri alla Domus Aurea, la grande villa che Nerone si fece costruire dopo l’incendio di Roma del 64 d.C., dopo che la Domus Transitoria, la sua prima reggia sul Palatino (che peraltro è da quest’anno visitabile dopo dieci anni di lavori), venne semidistrutta durante il drammatico evento. I restauri hanno subito coinvolto anche la Sala della Sfinge (che rimane ancora parzialmente interrata, e almeno a breve non si procederà con la rimozione della terra per non creare problemi di stabilità al complesso).

La decorazione pittorica della volta è ben visibile e discretamente conservata: sul fondo bianco della volta si vedono riquadri tracciati di rosso, contornati da linee di color giallo ocra, con fasce dorate punteggiate da una fitta serie di elementi vegetali, e altre fasce curvilinee anch’esse dorate e “rabescate”. 

“È il frutto della nostra strategia puntata alla tutela e alla ricerca scientifica”, ha dichiarato la direttrice del Parco Archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo. “Rimasta nell’oscurità per quasi venti secoli, la Sala della Sfinge ci racconta le atmosfere degli anni del principato di Nerone”.

Importante scoperta a Roma, alla Domus Aurea torna alla luce Sala della Sfinge
Importante scoperta a Roma, alla Domus Aurea torna alla luce Sala della Sfinge


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE







Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

Strumenti utili