Pubblicato il bando dell'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro per diventare restauratori


È da oggi online il settantesimo bando di concorso per accedere alla Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro: il concorso, per esami, è bandito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e alla fine ammetterà venticinque allievi che diventeranno restauratori professionisti. La scadenza è per il 15 luglio 2019.

Dei venticinque posti messi a concorso, dieci sono per lapidei e superfici decorate dell’architettura (a Roma), dieci per tele e tavole (a Matera) e cinque per settore archeologico, metalli e leghe e ceramica (a Roma). Il concorso non ha limiti di età e prevede una prova di italiano per i soli studenti stranieri, una prova grafica, un test attitudinale a carattere pratico-percettivo, e una prova orale. La bibliografia utile alla prova orale verrà pubblicata in seguito, e comunque non oltre il trentesimo giorno successivo alla data di scadenza del bando.

Per tutte le informazioni è necessario collegarsi al sito dell’ISCR dove si trovano tutti gli avvisi relativi al concorso e dove sarà possibile vedere le graduatorie.

Pubblicato il bando dell'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro per diventare restauratori
Pubblicato il bando dell'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro per diventare restauratori


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER