La Galleria Ricci Oddi di Piacenza è alla ricerca del nuovo direttore


La Galleria Ricci Oddi di Piacenza, uno dei musei più importanti del nord Italia, è alla ricerca del nuovo direttore.

Uno dei musei più importanti del nord Italia, la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, è alla ricerca del nuovo direttore. Il museo è tra i più importanti in Italia per l’arte di Otto e Novecento: fu fondata dal collezionista Giuseppe Ricci Oddi e ospita dipinti di notevole interesse tra cui uno degli unici tre dipinti di Gustav Klimt che si trovano in Italia, il Ritratto di signora rubato nel 1917 e ritrovato nel 2019 che verrà presto esposto al pubblico.

La selezione pubblica avverrà per titoli e colloquio. Il rapporto di lavoro sarà regolato da un contratto individuale a tempo determinato della durata di quattro anni, nel rispetto di quanto previsto dall’ordinamento in materia di lavoro temporaneo. Il trattamento economico annuo previsto è pari a euro 55.000,00 lordi l’anno. Le attività di cui si occuperà il direttore: 1. coordina e monitora la programmazione culturale e scientifica e le attività della Galleria, inclusa l’organizzazione di mostre ed esposizioni, nonché le attività di studio, valorizzazione, comunicazione e promozione del patrimonio della Galleria; 2. cura il progetto culturale della Galleria, facendone un luogo vitale, inclusivo, capace di promuoverelo sviluppo della cultura; 3. assicura elevati standard qualitativi nella organizzazione delle attività pubbliche e nella comunicazione, nell’innovazione didattica e tecnologica, favorendo la partecipazione attiva del pubblico e garantendo effettive esperienze di conoscenza; 4. è consegnatario delle collezioni della Galleria, ne ha la responsabilità nei confronti dell’ente proprietario, ne risponde agli organi di controllo e di tutela competenti; 5. comunica le attività della Galleria attraverso i canali tradizionali e le nuove piattaforme comunicative; 6. favorisce e mantiene relazioni con Istituzioni nazionali e Internazionali, finalizzate non solo a prestiti di opere, studio e ricerca, ma soprattutto al posizionamento della Galleria in un contesto internazionale; 7. predispone il prestito dei beni culturali delle collezioni di propria competenza per mostre o esposizioni sul territorio nazionale o estero; 8. favorisce l’erogazione di finanziamenti ed elargizioni liberali da parte dei privati a sostegno dell’attività della Galleria, anche attraverso apposite convenzioni con gli istituti e i luoghi della cultura egli enti locali; a tal fine, promuove progetti di sensibilizzazione e specifiche campagne di raccolta fondi, anch eattraverso le modalità di finanziamento collettivo; 9. promuovee/o svolge attività e iniziative di divulgazione, educazione, formazione e ricerca legate al patrimonio della galleria; 10. dirige il personale della galleria.

Per partecipare al bando è richiesta una laurea magistrale in storia dell’arte o equipollenti (specialistica in storia dell’arte, laurea del vecchio ordinamento in Conservazione dei Beni Culturali, Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo, Lettere, Lingue e civiltà orientali), diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario biennale o equivalente, comprovata esperienza e qualificazione professionale (almeno cinque anni come conservatore o direttore di musei o gallerie pubblici o privati, oppure in qualità di funzionario storico dell’arte del Ministero della Cultura, o presso strutture internazionali). Il bando è in scadenza il 30 aprile.

Per tutte le informazioni e per scaricare il bando, firmato dal presidente della galleria Fernando Mazzocca, è possibile collegarsi al sito della Galleria Ricci Oddi.

La Galleria Ricci Oddi di Piacenza è alla ricerca del nuovo direttore
La Galleria Ricci Oddi di Piacenza è alla ricerca del nuovo direttore


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma