Il MiBACT mette a disposizione gli aiuti per le guide turistiche. Ecco tutte le regole


Il Ministero dei Beni Culturali ha pubblicato il decreto con cui si mettono a disposizione gli aiuti per le guide turistiche colpite dagli effetti della crisi Covid. Riceveranno al massimo 5.000 euro ciascuna.

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo ha pubblicato oggi il decreto ministeriale del 2 ottobre recante “Disposizioni applicative per il riparto delle risorse del fondo di cui all’articolo 182, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge17 luglio 2020, n. 77, destinate a guide turistiche e accompagnatori turistici”: in pratica, è il decreto con cui il MiBACT mette a disposizione gli aiuti per le guide turistiche e gli accompagnatori turistici colpiti dagli effetti della pandemia di Covid-19 sul turismo.

Gli aiuti, stabiliti dal decreto rilancio, ammontano a 20 milioni di euro, e ne possono beneficiare i titolari di partita IVA che esercitano attività prevalente identificata dal codice ATECO 79.90.20 (“Attività delle guide e degli accompagnatori turistici”). Per poter accedere ai contributi occorre avere residenza in Italia, essere titolari di una partita IVA con codice ATECO di cui sopra quale attività prevalente in data antecedente al 23 febbraio 2020, essere in possesso del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica o di accompagnatore turistico, essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale, assicurativa.

Gli adempimenti sono curati dalla Direzione generale Turismo. Le risorse sono ripartite tra i beneficiari in egual misura: ogni guida riceverà al massimo cinquemila euro, e il contributo non concorrerà alla formazione del reddito.

Nei prossimi giorni la Direzione generale Turismo pubblicherà l’avviso con modalità e scadenze per la presentazione delle domande di contributo. I soggetti interessati, dalla data di pubblicazione dell’avviso, avranno quindici giorni di tempo per presentare la domanda, rigorosamente in modalità telematica e secondo le indicazioni contenute nell’avviso stesso. I richiedenti autocertificheranno il possesso dei requisiti richiesti dal bando. Per i beneficiari, anche se sono guide e accompagnatori allo stesso tempo, è possibile presentare una sola istanza di contributo, specificando l’attività per cui si richiede il contributo.

Il MiBACT mette a disposizione gli aiuti per le guide turistiche. Ecco tutte le regole
Il MiBACT mette a disposizione gli aiuti per le guide turistiche. Ecco tutte le regole


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma