Alfonso Leto in mostra a Palermo


“Alfonso Leto, Opere scelte 1977-2017” è il titolo dedicato all’artista di Santo Stefano di Quisquina tra i più originali dell’arte italiana contemporanea, considerato un artista eclettico, surrealista, psichedelico.
La mostra, che fa parte del grande cartellone di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, si terrà dal 24 marzo al 29 aprile presso il Palazzo Sant’Elia di Palermo, da un progetto della Fondazione Orestiadi, in collaborazione con Fondazione Sant’Elia, che porta la firma autorevole di Marco Meneguzzo, docente dell’Accademia di Brera a Milano e autore di un articolato e documentato percorso di studi sugli artisti siciliani del secondo ‘900.
L’esposizione vanterà disegni, pitture, combine-painting, mezzi extra-artistici e oggettuali e d’uso concettuale, tutti risalenti al ciclo di quarant’anni di attività di Alfonso Leto per raccontare la versatilità e la ricchezza di tecniche e mezzi espressivi delle quali la pittura è mezzo d’elezione.
“Alfonso Leto è uno scanner vivente.“ spiega in catalogo il curatore Meneguzzo ”Un analista del reale, di tutto ciò che capita entro il suo raggio d’interesse (si badi, non nel suo raggio d’azione, e neppure nel suo raggio visivo), e che viene elaborato secondo codici autogeneranti e autogeneratisi. I codici, ancor più dei linguaggi, cambiano abbastanza rapidamente nel corso degli anni, ma lo scopo è sempre lo stesso: la codifica del reale secondo parametri intellegibili. Di fatto, questo è il compito dell’intellettuale, e difatti Leto è prima di tutto un intellettuale, poi un artista, perché dall’arte ha mutuato i suoi codici di riferimento e comunicativi”.
“Per molti di noi” continua “questa pittura fantastica era l’unica via d’uscita dalla ”vulgata" guttusiana, dalla Guttuso-connection che aveva occupato la sensibilità siciliana, e con essa le gallerie e il mercato. Accanto a questo, come punto di riferimento avevamo - avevo - un legame forte con una figura storica del Gruppo 63, Gaetano Testa, che è stato per me un maestro. Grazie a lui ho compreso che il “centro” è dove noi siamo, e da lì dobbiamo agire, stabilendo un sistema di comunicazione col luogo e dal luogo in cui vivi e da cui teorizzi il tuo linguaggio e in cui agisci le tue relazioni umane".
Orari: da martedì a venerdì dalle 9:30 alle 18:30 (ultimo ingresso alle 18), sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15:30 alle 18:30 (ultimo ingresso alle 18), lunedì chiuso.
Biglietti: Intero € 5,00 Ridotto € 4,00 (over 65; gruppi - minimo 15 persone; scuole: € 3,00 a studente).

Alfonso Leto in mostra a Palermo
Alfonso Leto in mostra a Palermo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER