Angelo Morbelli e il paesaggio monferrino. A Casale Monferrato.


Il Museo Civico di Casale Monferrato ospita una retrospettiva che analizza il legame tra Angelo Morbelli e il paesaggio monferrino.

Fino al 29 settembre 2019 presso il Museo Civico di Casale Monferrato è visitabile al pubblico una retrospettiva dedicata ad Angelo Morbelli (Alessandria, 1853 - Milano, 1919), in occasione del centenario della morte dell’artista.

La mostra, dal titolo Angelo Morbelli. Pittore del Monferrato, intende omaggiare l’opera di Morbelli, valorizzando il tema della pittura di paesaggio a cui si era dedicato durante i soggiorni in Monferrato, ritornando nella casa di famiglia, Villa Maria presso la Colma di Rosignano, e analizzare la relazione tra il pittore e il Monferrato.

Il legame con il Monferrato è infatti testimoniato dal paesaggio monferrino raffigurato nelle sue tele. Soggiornava qui ogni anno, soprattutto nei mesi estivi, risiedendo nella casa di famiglia presso la Colma, con il suo grande e ben curato giardino: luogo che rappresentò per il pittore un vero buen retiro dove trascorrere lunghi periodi, circondato dai familiari e dagli amici, tra cui Giovanni Segantini, Emilio Longoni, Emilio Quadrelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo e Leonardo Bistolfi, i cui ritratti ancora oggi si conservano nel fregio a monocromo dipinto da Giovanni Sottocornola, realizzato su due lati esterni della casa.
Anche il fotografo casalese Francesco Negri frequentò lo studio dell’artista, che spesso si era avvalso dell’utilizzo della fotografia come supporto alla creazione artistica.

Alla Colma, Morbelli dipingeva e sperimentava colori e tecnica, cogliendo l’occasione per dedicarsi alla pittura en plein air: nelle sue opere sono immortalati il suo giardino, le strade e le colline nei dintorni di Rosignano. Inoltre fotografie d’epoca ritraggono l’artista e i luoghi da lui ritratti: un’occasione per valorizzare i dipinti di Angelo Morbelli, che ormai da oltre vent’anni sono esposti al Museo Civico, frutto di depositi temporanei da privati che, per la loro eterogeneità di soggetti, tecnica e datazione permetteranno di restituire una biografia pittorica dell’artista.

Oltre alle tele normalmente esposte al Museo Civico, i visitatori possono ammirare Distendendo panni al sole (1916), Colline del Monferrato (1917), Il telegramma (1915), Un angolo del giardino alla Colma (1916), Lo spaccalegna (1881-84), Strada del Monferrato con il Castello di Uviglie (1873).

La retrospettiva è organizzata dal Comune di Casale Monferrato - Museo Civico - e da Energica s.r.l.ed è sostenuta  dal Comune di Rosignano Monferrato, Cosmo S.p.A., Associazione Amici del Museo, Associazione Orizzonte Casale e Lions Club Casale Marchesi di Monferrato.

Per info: www.comune.casale-monferrato.al.it

Orari: giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30; venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15 alle 18.30

Immagine: Angelo Morbelli, Bottega del pizzicagnolo

 

 

 

Angelo Morbelli e il paesaggio monferrino. A Casale Monferrato.
Angelo Morbelli e il paesaggio monferrino. A Casale Monferrato.


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER