Il Museo Archeologico di Napoli ospita una singolare mostra personale di Aron Demetz


Dal 7 giugno al 29 luglio 2018 il Museo Archeologico Nazionale di Napoli ospita ’Autarchia’, mostra personale di Aron Demetz, uno dei maggiori scultori contemporanei.

Aron Demetz (Vipiteno, 1972), uno dei più apprezzati scultori contemporanei che lavorano sul legno, è protagonista di una singolare mostra personale al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal 7 giugno al 29 luglio 2018: Autarchia, questo il titolo della rassegna curata da Alessandro Romanini, presenta al pubblico una selezione di sculture di varie dimensioni e materiali espressamente realizzate per gli spazi museali e direttamente ispirate alla collezione Farnese e alla collezione egizia del museo partenopeo. Le sculture di Demetz esposte a Napoli, si legge nella presentazione, “seguono impostazioni dinamiche e posturali che interagiscono con l’archetipo classico, inserendosi senza traumi nel magico scenario del MANN”.

Il titolo Autarchia fa dunque riferimento a “una sorta di codice di autoregolamentazione nel processo di realizzazione personale che vede coinvolti i due soggetti della creazione artistica: l’autore ed il materiale che egli plasma”. Secondo Demetz, infatti, l’artista deve letteralmente “ascoltare” il materiale da forgiare, cogliendo la sua interazione con l’input creativo: l’artista manipola la materia sulla base delle sue caratteristiche e instaurando con la materia un fitto dialogo che è sempre originale e imprevedibile.

“Il MANN”, dichiara il suo direttore, Paolo Giulierini, “è un istituto culturale che osserva, con curiosità, le tendenze più all’avanguardia dell’arte contemporanea: programmare la mostra di Demetz al Museo ha significato incontrare uno dei profili più interessanti del panorama internazionale”.

“Esporre al Museo Archeologico Nazionale di Napoli”, afferma invece Aron Demetz, “è stato come accettare una sfida, perché le sculture potevano risultare ridimensionate rispetto alle straordinarie collezioni del MANN: al contrario, il legame tra passato e presente ha svelato una continuità leggibile tra le sensibilità di ieri e di oggi”.

La mostra sarà disseminata in diversi spazi del Muse (tr i quali l’atrio, i giardini, le sale retrostanti all’Ercole Farnese, la Meridiana), è stata realizzata con il supporto ed il patrocinio della Regione Toscana e della Regione Trentino Alto Adige. È visitabile negli orari d’apertura del MANN: tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 9 alle 19:30. Biglietti: intero 12 euro, ridotto 6 euro. Gratis per minori di 18 anni, possessori di 18app, per tutti la prima domenica del mese. Biglietto acquistabile anche su prenotazione con diritto di prevendita (2 euro). Per informazioni è possibile consultare il sito del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Nella foto: Aron Demetz, Senza titolo (2018; legno di noce, altezza 190 cm)

Il Museo Archeologico di Napoli ospita una singolare mostra personale di Aron Demetz
Il Museo Archeologico di Napoli ospita una singolare mostra personale di Aron Demetz


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER