A Barga una collettiva sull'assenza di tempo in luoghi astratti e onirici


Al Museo Le Stanze della Memoria di Barga è allestita fino al 31 agosto 2022 la collettiva “La pittura dell’immaginifico” degli artisti toscani Claudio Cargiolli, Marco Manzella e Alessandro Tofanelli.

Fino al 31 agosto 2022 il Museo Le Stanze della Memoria di Barga ospita la collettiva dal titolo La pittura dell’immaginifico degli artisti toscani Claudio Cargiolli, Marco Manzella e Alessandro Tofanelli, a cura di Lucia Morelli.

Organizzata da Bernabò Home Gallery con il patrocinio del Ministero della Cultura, del Consiglio regionale della Toscana, della Provincia di Lucca e del Comune di Barga, grazie al contributo di Idrotherm 2000 S.p.a, la mostra rimanda, come annunciato dal titolo, all’assenza di tempo che caratterizza le opere esposte, fatte di materia concreta e di luce labile, di piccoli dettagli che celano un mondo. Luoghi astratti, luoghi onirici, luoghi effimeri, che risuonano tra le pietre di Barga, borgo amato e apprezzato da artisti e poeti.

Il percorso espositivo, allestito all’interno del Museo Le Stanze della Memoria, comprende oltre trenta dipinti, molti dei quali inediti, realizzati da Claudio Cargiolli (Ponzanello,1952), Marco Manzella (Livorno, 1962) e Alessandro Tofanelli (Viareggio, 1959).

“In un ordine esclusivamente alfabetico”, scrive Giovanni Faccenda, “conosciamo Claudio Cargiolli quale virtuoso interprete di un surrealismo colto, nobilitato da endogene influenze che rimandano agli aristocratici antichi: dai Maestri primitivi a quelli del Rinascimento italiano. Marco Manzella, diversamente, appare piuttosto cantore ispirato di un realismo diresti talora nostalgico, continuamente impreziosito da riflessi memoriali, abbandoni che indovini personali, sia quando essi appartengono alla sfera delle illusioni o a quella, più amara, dei disincanti. Di Alessandro Tofanelli potremmo invece sottolineare come siano, invero, tutti autoritratti sentimentali i soggetti dei suoi dipinti: luoghi, scorci, vedute e visioni che appartengono alla sua vita di uomo e di artista quali appigli o - per meglio dire - riferimenti essenziali, cardini imprescindibili quando i dubbi si addensano nella mente senza il conforto di alcuna, remota, fuggevole certezza. Ecco, allora, la pittura intervenire salvifica, mostrando ai più sensibili orizzonti della mente dove ancora sia dato di incontrare qualche riverbero evanescente di utopie mai tramontate, gli ultimi bagliori di sogni ad occhi aperti, la scia luminosa di una ormai sperduta stella polare”.

L’esposizione è visitabile tutti i giorni con orario 10.30-12.30 e 17.30-22.30. Ingresso libero.

Per info: www.bernabohomegallery.it

Immagine: Claudio Cargiolli, Nihil aliud quam pulvis (2021; olio e oro su tavola, 30 x 25 cm)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra La pittura dell'immaginifico
CittàBarga
SedeMuseo Le Stanze della Memoria
DateDal 04/08/2022 al 31/08/2022
ArtistiMarco Manzella, Claudio Cargiolli, Alessandro Tofanelli
CuratoriLucia Morelli
TemiArte contemporanea

A Barga una collettiva sull'assenza di tempo in luoghi astratti e onirici
A Barga una collettiva sull'assenza di tempo in luoghi astratti e onirici


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


10 mostre da non perdere in Italia nel 2022
10 mostre da non perdere in Italia nel 2022
A Firenze la prima mostra monografica su Ottavio Leoni, il celebre ritrattista di Caravaggio
A Firenze la prima mostra monografica su Ottavio Leoni, il celebre ritrattista di Caravaggio
Il MAXXI di Roma ospita la grande mostra fotografica di Gianni Berengo Gardin
Il MAXXI di Roma ospita la grande mostra fotografica di Gianni Berengo Gardin
Quando Frida Kahlo s'innamorò di Nickolas Muray. A Stupinigi gli scatti del fotografo
Quando Frida Kahlo s'innamorò di Nickolas Muray. A Stupinigi gli scatti del fotografo
Roma, una mostra sul rapporto tra Carlo Scarpa e la Olivetti al MAXXI
Roma, una mostra sul rapporto tra Carlo Scarpa e la Olivetti al MAXXI
Caroline Mesquita protagonista della seconda esposizione della Project Room 2019 alla Fondazione Arnaldo Pomodoro
Caroline Mesquita protagonista della seconda esposizione della Project Room 2019 alla Fondazione Arnaldo Pomodoro