A Bergamo diversi artisti internazionali riflettono sul Covid in una mostra


S’intitola “Statements”, è in corso a Bergamo fino al 9 gennaio 2022 ed è una mostra in cui molti importanti artisti internazionali (da Ed Atkins ad Alfredo Jaar, da Luigi Ontani a Regina José Galindo) riflettono sul Covid.

Fino al 9 gennaio 2022 è in corso Statements, una mostra-simbolo che sintetizza attraverso nuove opere di alcuni tra i più importanti artisti internazionali la traumatica esperienza della pandemia vissuta da tutto il mondo negli ultimi due anni. La mostra si tiene a Palazzo della Ragione in Piazza Vecchia a Bergamo, città simbolo del dramma del COVID e della volontà di resistere e ripartire. .

Cory Arcangel, John Armleder, Ed Atkins, Elmgreen & Dragset, Nathalie Djurberg & Hans Berg, Cao Fei, Regina José Galindo, Ryan Gander, Kendell Geers, Shilpa Gupta, Alfredo Jaar, Emily Jacir, Luigi Ontani, Yan Pei Ming, Diego Perrone, Jack Pierson, Paola Pivi, Pipilotti Rist, Pamela Rosenkranz, Marinella Senatore, Cally Spooner, Pascale Marthine Tayou, Goran Trbuljak, Nora Turato, Francesco Vezzoli, Lawrence Weiner sono gli artisti di fama internazionale che hanno accettato l’invito a lanciare al mondo una propria dichiarazione in forma visiva e testuale - uno statement appunto - rivolto loro da The Blank, associazione oggi punto di riferimento nel panorama del contemporaneo.

Ogni dichiarazione d’artista verrà presentata sia all’interno che all’esterno di Palazzo della Ragione: la mostra Statements prevede infatti una fruizione sia singola che collettiva delle opere. Ciascuno statement verrà appeso per un giorno al balcone di Palazzo della Ragione, configurandosi così come un messaggio lanciato a tutto il mondo, e successivamente sarà collocato in una sala del Palazzo, con il progetto allestitivo di Maria Marzia Minelli, in cui sarà possibile assistere all’esposizione di tutti i lavori.

In questo periodo così complesso e drammatico le parole e le immagini utilizzate per esprimere pensieri e visioni sono state spesso incerte e contrastanti. Il mondo dell’arte è stato gravemente colpito dall’emergenza e tutti i protagonisti, dagli artisti alle istituzioni, hanno dovuto affrontare una situazione inedita.

Così si esprime il curatore e direttore artistico di The Blank Stefano Raimondi: “Credo che questo progetto possa essere di grande importanza per la cultura perché testimonia l’unità e la solidarietà del mondo artistico contemporaneo e il bisogno degli artisti e più in generale di tutto il settore di essere ascoltati nelle loro dichiarazioni. Questa mostra racchiude molti messaggi che mi auguro possano essere accolti e condivisi. Questo progetto con artisti di così grande rilevanza non sarebbe mai stato possibile senza l’immensa generosità di ciascuno di loro nel realizzare un nuovo lavoro sotto forma di statement. Sono orgoglioso di portare nella mia città, che ha sofferto un dramma incalcolabile, un progetto di così alto spessore internazionale”.

L’assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti commenta: “APalazzo della Ragione, situato nel cuore della città e simbolo della sua storia, questa mostra speciale potrà letteralmente affacciarsi e rivolgersi a tutti: gli statements saranno manifesto di bellezza e determinazione, e un richiamo alla condivisione di idee e progetti per il futuro. Un apporto di grande valore all’energia che sta facendo crescere la nostra città verso il 2023, anno in cui insieme a Brescia sarà Capitale Italiana della Cultura”.

Tutti gli statement saranno pubblicati in uno speciale catalogo a tiratura limitata di 250 copie edito da The Blank Edition.

La mostra è frutto di una più generale intesa culturale tra il Comune di Bergamo e The Blank, volta alla valorizzazione e promozione di Bergamo come città d’arte e cultura. La mostra è resa inoltre possibile dal sostegno e dal contributo di Regione Lombardia, Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo, Fondazione della Comunità Bergamasca, Isocell. La mostra non sarebbe stata possibile senza la generosità degli artisti e il sostegno organizzativo delle gallerie: Galleria Continua - San Gimignano, Beijing, Les Moulins, Habana, Roma, São Paulo, Parigi; Massimo De Carlo - Milano, Londra, Hong Kong, Parigi; Hauser & Wirth - Zurigo, Londra, New York, Somerset, Los Angeles, Hong Kong, Gstaad; Lia Rumma – Milano, Napoli; Lisson Gallery – Londra, New York, Shanghai, East Hampton; Peola Simondi – Torino; P420 - Bologna; Spruth Magers - Berlino; M77 Gallery - Milano; Thomas Brambilla - Bergamo.

Per tutte le informazioni, potete visitare il sito ufficiale di The Blank.

A Bergamo diversi artisti internazionali riflettono sul Covid in una mostra
A Bergamo diversi artisti internazionali riflettono sul Covid in una mostra


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER